Selfie perfetto: guida ai suggerimenti e agli strumenti utili

Selfie perfetto: guida ai suggerimenti e agli strumenti utili

Non tutti i selfie riescono col buco? Ebbene, sono molti i fattori che possono migliorare gli scatti per avere un selfie perfetto. Ecco alcuni trucchi e consigli.

Oggigiorno possiamo senza dubbio affermare che, soprattutto per via dei social media, i selfie sono diventati il pane quotidiano di tutti noi e nella maggior parte dei casi dei giovani che pubblicano autoscatti con grande frequenza. Ma quante volte avete provato a premere il tasto ‘scatta’ della fotocamera per poi accorgervi che il vostro non rientrava tra quelli che possono considerarsi selfie perfetti?

Parlando un pochino di storia, la parola selfie è un termine della lingua inglese che sta ad indicare un autoritratto realizzato tramite una fotocamera digitale, un tablet o, nel nostro caso e molto spesso, uno smartphone, per poi essere condiviso sui social network. Con l’introduzione degli smartphone e con l’ausilio della fotocamera anteriore la pratica di fare un selfie è divenuta ben presto una moda a tutti gli effetti.

Fattori molto importati da considerare prima dello scatto sono: la scena, la posizione della fotocamera, l’illuminazione e soprattutto un gran bel sorriso che sta sempre bene in una foto.

Eccoci allora qui ad aiutarvi per creare il vostro selfie perfetto attraverso una serie di consigli e trucchi che possono sembrare banali ma che spesso fanno la differenza nell’esito finale.

Giusta illuminazione

Selfie Perfetto - Giusta illuminazione

Anche se con il tempo le cose stanno migliorando sensibilmente, è ormai assodato che le fotocamere degli smartphone non sono di qualità eccelsa, in special modo quelle anteriori; pertanto la giusta illuminazione per un selfie perfetto è una prerogativa essenziale per ottenere un buon esito. La situazione migliore vuole che ci sia una buona luce naturale, non troppa né troppa poca, e che essa non crei delle ombre sui volti da incorniciare. Fate sempre attenzione a posizionarvi di fronte al sole in modo che la luce colpisca i vostri volti in modo naturale ed esalti i vostri contorni e tutto quello che vi circonda. Nel caso dobbiate scattare un selfie con luce artificiale, cercate fonti che abbiano una luce bianca e non gialla, per non scurire troppo il risultato.

Qualora disponeste di una fotocamera anteriore dotata di flash LED, evitate di utilizzarlo a meno che non sia proprio necessario (ad ogni modo la maggior parte delle fotocamere in commercio ne è sprovvista, dunque il problema non si pone). I flash LED hanno l’inconveniente di operare a corta distanza emanando un potente fascio di luce direttamente sui volti dei soggetti, con il risultato di amplificare a dismisura l’illuminazione soprattutto nella zona della fronte dove la pelle, più liscia e omogenea, è caratterizzata da una superficie ampia che potrebbe rispecchiare maggiormente il bagliore. Da considerare anche l’effetto occhi rossi dovuto alla vascolarizzazione della retina, per ridurre il quale consigliamo di non guardare direttamente l’obbiettivo se scattate un selfie con flash.

Mettiti in posa e mostra il tuo lato migliore

Selfie perfetto - Lato migliore

Trovare le giuste pose per foto non è semplice. L’angolazione che darete alla fotocamera è essenziale: evitate gli scatti totalmente frontali per non incorrere in un effetto eccessivamente piatto, privo di profondità. Piuttosto girate leggermente il vostro viso nella direzione che preferite. Ognuno di noi conosce il suo lato migliore, usatelo voltando un tantino la testa nel senso opposto, così da mettere in primo piano il punto più bello del vostro volto. Non eseguite scatti dal basso verso l’alto né scatti dall’alto in basso: potrebbero venire immagini con proporzioni falsate. La posizione migliore da tenere è con la fotocamera a un’altezza poco superiore agli occhi del soggetto. In questo modo le immagini non appariranno né troppo piatte né troppo schiacciate, e nemmeno troppo allungate. Fate delle prove, mettetevi davanti allo specchio per trovare la giusta posizione e per scoprire anche il vostro lato migliore, nel caso ancora non sappiate quale sia.

Una degna scena

Una degna scena - Selfie perfetti

Sebbene la scena che fa da sfondo a un selfie non sia di per sé l’elemento più importante dello scatto, che ovviamente ha voi come soggetto principale, un buon contesto è d’obbligo. Trovata la giusta luce, messi tutti in posa, ecco che passa qualcuno proprio nel momento dello scatto. È anche vero che ora con alcune fotocamere smartphone è possibile mettere a fuoco solo i soggetti sfumando lo sfondo e avere il cosiddetto famoso effetto bokeh, ma una volta in possesso di una fotocamera anteriore con grandangolare, ad esempio (ce ne sono di differenti modelli), avvalersi di una scena ad effetto renderebbe i vostri selfie davvero unici. Cercate posti originali, senza incorrere in nessun pericolo ovviamente, e avrete una foto che spopolerà tra i vostri amici social. Tenete il braccio che mantiene la fotocamera più disteso possibile, in modo da ampliare la scena al massimo e far rientrare nello scatto la maggior parte di quello che vi circonda. Dunque, prima di premere il fatidico tasto date una rapida occhiata a dove vi trovate, la fantasia farà il resto.

Gli strumenti che possono aiutarci

La modalità manuale rimane sempre la più utilizzata per una questione di velocità e praticità, ma esistono tutta una serie di strumenti tech che possono aiutarvi a realizzare scatti perfetti. Oltre alla semplice asta per selfie che spesso vediamo in giro, potrebbero tornarvi utili anche gli ultimi ritrovati della tecnologia. In commercio troviamo infatti treppiedi di varie misure che vi aiuteranno a non eseguire scatti tremolanti, e grazie ai telecomandi bluetooth potrete scattare le vostre foto premendo un piccolo pulsante e senza dover interagire direttamente con lo smartphone. Attraverso la connessione senza fili il telecomando manderà l’impulso per effettuare lo scatto e, una volta in posa, potrete scegliere il momento più adatto. Oggi poi esistono accessori hi-tech specifici per fotocamera quali lenti adattabili e luci supplementari nonché i famosi Gimbal, utili alla stabilizzazione e adottati principalmente per le riprese video senza traballamenti, appunto.

Miglioramento tramite filtri ed effetti

Cagnolina con trucco artificiale creato con gli effetti foto - Selfie perfetto

Una fotografia ben riuscita e naturale è senza dubbio motivo di orgoglio per chi l’ha scattata, ma nessuno vi obbliga a non applicare allo scatto una serie di filtri, che se ben dosati potrebbero dare il giusto tocco finale prima della condivisione o dell’archiviazione.

I filtri possono essere adottati dopo lo scatto o, per alcune fotocamere, direttamente a video prima di scattare il selfie. Per questa seconda opzione sono anche disponibili specifiche applicazioni (che elencheremo nel paragrafo successivo), nel caso in cui il vostro dispositivo non sia provvisto di default della funzione, oppure ne sia provvisto ma in modo più rudimentale. I filtri agiscono sulla luminosità, sul contrasto, sull’esposizione e anche sui colori di una fotografia e possono trasformare un’immagine con un semplice click.

Anche gli effetti, al pari dei filtri, possono dare a un selfie quella marcia in più. A differenza dei precedenti, gli effetti sono elementi che vengono incorporati nell’immagine e sono molto amati dai più giovani che si divertono a postare foto di se stessi modificate o a cui siano stati aggiunti dei cuori o delle emoji, tanto per fare un esempio.

Insomma, le possibilità sono tante e il paragrafo è sicuramente dedicato a chi non si accontenta di un risultato ordinario: effetti e filtri sono adatti a un pubblico non formale, persone che desiderino dotare il loro scatto di un tocco di creatività e originalità, o che abbiano uno spiccato senso dell’umorismo.

Applicazioni per modificare foto

Eccoci giunti a una sezione specificatamente dedicata a chi desidera far uso di un’applicazione che modifichi in modo veloce il proprio selfie. Se i consigli che vi abbiamo dato in precedenza non sono stati sufficienti, ecco che allora dovete affidarvi a un vero e proprio programma. Nel panorama delle app volte a modificare le foto eseguite con dispositivi Android o iOS abbiamo una nutritissima schiera di strumenti software che faranno sicuramente al caso vostro.

Le soluzioni da scegliere si suddividono principalmente in due categorie: i software gratuiti e quelli a pagamento. Le app gratuite spesso fanno egregiamente il loro dovere e possono essere utilizzate tranquillamente, a patto che la pubblicità al loro interno non sia eccessivamente fastidiosa (cosa comunque soggettiva, variando il livello di fastidio da persona a persona). Il software a pagamento offre sicuramente una gamma più ampia di funzioni, ma vi consigliamo di acquistarlo solo se si presenta a un costo ragionevole.

Ultimi consigli

selfie di gruppo - Selfie perfetto

Siate sorridenti: un bel sorriso è il miglior vestito per una foto e, soprattutto, fate sorridere anche chi guarderà il vostro selfie. Non arricciate le labbra nel momento dello scatto; seppur di moda, il cosiddetto effetto “duck-face” è la classica espressione forzata capace solo di far emergere la finzione del soggetto. È così che il vostro scatto diventerà immediatamente poco originale… mi raccomando, promettetemi di non farlo! Infine cercate anche di fare selfie di gruppo, che sono i migliori. Attenzione però, se siete i proprietari dello smartphone incaricate qualcun altro: inevitabilmente chi scatta la foto di gruppo è sempre il soggetto più vicino all’obbiettivo e pertanto colui che subirà tutte le distorsioni e alterazioni del caso, soprattutto se è abilitato il grandangolo; non solo, il vostro viso sarà anche più grande degli altri. Siate furbi, mettetevi dietro con una scusa e sarete sempre bellissimi.

Commenti Facebook