iPhone SE 2, il vetro frontale conferma il notch

iPhone SE 2, il vetro frontale conferma il notch

iPhone SE 2 si farà. Ne sono ormai convinti un po’ tutti, specie dinanzi ad indiscrezioni a cadenza pressoché quotidiana pronte a snocciolare le caratteristiche del nuovo smartphone di Apple. Che più che stagliarsi sul mercato come mero revival di iPhone 5S sarà forse – almeno nell’immaginario del gigante di Cupertino – propagandato come una versione economica di iPhone X. Evidenti sono in tal senso le affinità, ad incominciare dalla presenza del notch sul frontale, come confermato peraltro proprio in data odierna da alcune immagini esclusive aventi come protagonista assoluto il pannello frontale del presunto iPhone SE 2.

Il contenuto multimediale non lascia spazio a perplessità, confermando proporzioni e movenze del tutto similari ad iPhone X, in virtù di angoli addolciti e, verosimilmente, cornici assottigliate. Il telaio sarà però quello del precedente iPhone SE, come sottolineato ieri dal produttore di cover Olixar che non ha tardato ad abbozzare anche peculiarità di tipo hardware. La presenza del notch sarà infatti più un vezzo estetico – forse per unificare l’intera proposta di iPhone 2018, a prescindere dal prezzo di listino finale – che una aggiunta funzionale: la “tacca” è infatti troppo piccola per potere ospitare il Face ID e questo particolare sembra metter un definitivo punto esclamativo sull’assenza della tecnologia di riconoscimento facciale di Apple.

iPhone SE 2 sarà insomma un iPhone X economico, anche in virtù della presenza di un display – senz’altro più grande di quello incastonato su iPhone SE – insignito dalla tradizionale tecnologia LCD. Uno smartphone che potrebbe, a conti fatti, trovare il giusto consenso per tutti i consumatori in cerca di un terminale compatto, senza rinunciare alla potenza e alle ultime tendenze inaugurate da Apple.

Il debutto del terminale dovrebbe inverarsi durante il corso delle prossime settimane, e chissà che il WWDC 2018 non porti novità in tal senso. In caso contrario, l’attenzione si sposterà senza indugi al keynote di settembre.

FONTE: PhoneArena