WhatsApp: cosa cambia con la nuova informativa privacy del 15 maggio?

A partire dal 15 maggio la nuova informativa privacy proposta da WhatsApp e’ entrata ufficialmente in vigore e ovviamente dopo le polemiche avvenute all’inizio dell’anno, i responsabili della piattaforma hanno già voluto mettere le mani avanti per chiarire cosa cambierà e soprattutto, che non ci saranno limitazioni nell’accesso ai servizi dell’app di messaggistica.

Delle limitazioni saranno comunque presenti, ma in forma diversa e giusto per puntualizzare, al momento per gli utenti europei non cambierà sostanzialmente nulla.

A partire da quel momento, avrai accesso limitato alle funzionalità di WhatsApp fino a quando non accetterai gli aggiornamenti. Questo non accadrà contemporaneamente a tutti gli utenti.

  • Non potrai accedere all’elenco delle chat, tuttavia potrai rispondere alle chiamate e alle videochiamate in arrivo. Se hai abilitato le notifiche, potrai toccarle per leggere o rispondere ai messaggi, o richiamare in caso di chiamata o videochiamata persa.
  • Dopo alcune settimane con funzionalità limitate, non potrai ricevere chiamate in arrivo o notifiche e WhatsApp interromperà l’invio di messaggi e chiamate al tuo telefono.

Puoi esportare la cronologia chat su Android o iPhone, e scaricare un rapporto del tuo account.

  • Puoi esportare le chat e scaricare un rapporto del tuo account autonomamente. Se hai bisogno di aiuto per scaricare un rapporto dell’account o per eliminare il tuo account, puoi contattarci da qui.

WhatsApp non eliminerà il tuo account se non accetti l’aggiornamento.

  • Tieni presente che separatamente, verrà applicata la nostra normativa sugli utenti inattivi.
  • Se desideri eliminare il tuo account su Android, iPhone o KaiOS, ti invitiamo a pensarci bene. L’eliminazione dell’account non è reversibile, in quanto comporta l’eliminazione della cronologia dei messaggi, l’eliminazione dei tuoi backup di WhatsApp e la rimozione del tuo account da tutti i tuoi gruppi WhatsApp.

Per riassumere in breve gli effetti che avranno i nuovi termini di servizio è che la nuova informativa privacy WhatsApp diventerà progressivamente sempre meno utilizzabile fino a quando l’utente non deciderà di accettare.

Per quanto riguarda l’Europa, a gennaio un portavoce della società ha voluto chiarire che le nuove norme non coinvolgeranno gli utenti in Europa, almeno per quanto riguarda la condivisione dei propri dati personali:

Non ci sono modifiche alle modalità di condivisione dei dati di WhatsApp nella Regione europea (incluso il Regno Unito) derivanti dall’aggiornamento dei Termini di servizio e dall’Informativa sulla privacy. WhatsApp non condivide i dati degli utenti WhatsApp dell’area europea con Facebook allo scopo di consentire a Facebook di utilizzare tali dati per migliorare i propri prodotti o le proprie pubblicità.

Nello specifico, in Europa la gestione dei dati degli utenti viene gestita da WhatsApp Ireland, ente che si occupa di fornire il servizio WhatsApp agli utenti situati nei paesi facente parti della regione europea. La gestione al di fuori dell’Europa viene invece gestita direttamente da WhatsApp LLC.

Il portavoce dell’azienda ha inoltre voluto rammentare che prima di poter condividere i dati degli utenti, bisognerà raggiungere un accordo con la Commissione irlandese per la protezione dei dati.

Ultimi Articoli

Related articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui