OnePlus 6 in vista? L’azienda chiede agli utenti il materiale preferito

OnePlus 6 in vista? L’azienda chiede agli utenti il materiale preferito

Che OnePlus 6 uscirà nel Q2 2018 (dunque nella forbice temporale compresa tra marzo e giugno) non è certo un mistero, anche perché confermato ufficialmente dai vertici dell’azienda nella loro ultima uscita pubblica all’evento CES 2018 di inizio gennaio. La sensazione è che il nuovo smartphone OnePlus possa però esser anticipato di qualche mese nella sua presentazione ufficiale – secondo le ultime indiscrezioni, forse già a metà marzo oppure, assai più verosimilmente, ad aprile – e al di là delle speculazioni inerenti la scheda tecnica, possiamo metter in archivio un dettaglio tutt’altro che trascurabile: la presenza del nuovo processore Snapdragon 845 di Qualcomm.

OnePlus 6 sarà insomma ancora uno smartphone top di gamma, ed è per questo che ci aspettiamo cambiamenti importanti rispetto al comunque apprezzato modello in commercio. Non parliamo soltanto di mere componentistiche hardware, quanto piuttosto di estetica e dei materiali impiegati. Un fattore evidentemente al vaglio della stessa OnePlus, che focalizzando l’attenzione ben oltre il presente ha pensato bene di chiedere alla community (motore portante delle strategie del produttore di Shenzhen) quale tipologia di materiale sarebbe congeniale ad un prodotto rigorosamente top di gamma e senza troppi compromessi.

Non c’è una menzione o conferma indiretta verso il nuovo OnePlus 6, anche se l’obiettivo resta quello di <<continuare a lavorare insieme per creare la migliore tecnologia possibile>>. Un modo insomma del tutto implicito per tender la mano ai propri consumatori e far della loro scelta un punto di appoggio nella stesura del progetto che porterà, da qui ai prossimi mesi, all’ufficializzazione del nuovo smartphone OnePlus.

Chiunque è quindi messo nella possibilità di scegliere – attraverso l’apposito sondaggio accessibile a QUESTO LINK – il miglior materiale da impiegare su di uno smartphone, attingendo a scelte diametralmente diverse come il vetro (utilizzato dalla stessa azienda sul non fortunatissimo OnePlus X), il metallo (inaugurato da OnePlus 3/3T e confermato sui più recenti OnePlus 5/5T), passando per soluzioni senz’altro sfiziose come il legno, la pelle (un OnePlus 6 in pieno stile LG G4?), la ceramica (anche qui non proprio una new-entry, dal momento che presente in una edizione limitata di OnePlus X) e addirittura il kevlar.

Insomma, tanta abbondanza e opzioni senz’altro differenziate. E chissà che OnePlus 6 non sia impreziosito proprio da uno dei materiali scelti dagli utenti.