OnePlus 6, ancora dettagli sui prezzi: confermato l’aumento

OnePlus 6, ancora dettagli sui prezzi: confermato l’aumento

OnePlus ha finalmente svelato la data di presentazione ufficiale del nuovo OnePlus 6 programmata a Londra per la giornata del 16 maggio (stessa data che, per inciso, vedrà nascere l’inedito Nokia X). Le informazioni sullo smartphone Android top di gamma del 2018 sono ormai abbastanza delineate e l’unico dettaglio ancora incerto fa leva più che altro sui possibili prezzi al lancio. Da più parti si è detto che il nuovo dispositivo di OnePlus dovrebbe esser caratterizzato da un leggero scostamento verso l’alto dei listini, sia per ciò che riguarda la versione di base che quella impreziosita addirittura dalla presenza di 256 gigabyte di spazio di archiviazione interno e 8 gigabyte di memoria RAM.

In India l’argomento pare esser continuamente all’ordine del giorno a tal punto che sono emerse proprio oggi alcune informazioni sui prezzi di OnePlus 6. L’autore della notizia afferma di aver ricevuto informazioni da una fonte affidabile e verificata, quindi quanto segue dovrebbe a conti fatti corrispondere al vero. Non siamo pronti a mettere la mano sul fuoco, sia chiaro, ma c’è un dettaglio che avvalora la veridicità del rumor: si tratta dello stesso sito (TrueTech.net) che, soltanto lo scorso anno, aveva fatto trapelare il prezzo esatto del precedente OnePlus 5 prima dell’annuncio ufficiale. E indovinate come è andata? Le cifre riportate in anteprima corrispondevano effettivamente a verità.

Un dettaglio insomma di non poco rilievo che ci permette, almeno a grandi linee, di avere un quadro chiarissimo su quanto bisognerà sborsare per accaparrarsi il nuovo OnePlus 6. La fonte focalizza l’attenzione sulle due varianti da 64 gigabyte e 128 gigabyte di spazio di archiviazione interno, mettendo di canto qualsivoglia voce riguardante la presunta esistenza di un modello con a bordo 256GB di storage. Non che non esista, sia chiaro, ma il prezzo di listino dello smartphone non è ancora stato precisato ed è per questo che il sito ha deciso di non affrontare l’argomento o lasciarsi andare a congetture ancora tutte da verificare.

Per farla breve, la versione base di OnePlus 6 (6 gigabyte di memoria RAM e 128 gigabyte di archiviazione) partirà da 36.999 rupie indiane, corrispondenti grossomodo a 459 euro, mentre quella intermedia (128 gigabyte di storage, affiancato però forse da ancora 6 gigabyte di memoria RAM) sarà prezzata a 39.999 rupie indiane (ossia circa 496 euro). A primo acchitto, i prezzi convertiti in euro sembrano inferiori alle cifre praticate da OnePlus sui modelli dello scorso anno, ed è per questo che la fonte sgombera subito il campo dalle incertezze: le cifre vanno riferite al mercato indiano e non a quello internazionale. E qui vengono confermate in pratica tutte le voci che ormai si rincorrono da mesi: OnePlus 6 sarà lo smartphone più caro mai prodotto dalla società cinese. Il motivo? Basta fare un raffronto con il precedente OnePlus 5T, che partiva al prezzo di 32.999 rupie indiane (409 euro) per il modello da 64GB e approdava a 37.999 rupie indiane (471 euro) per quello da 128 gigabyte.

Il quadro è insomma chiarissimo e possiamo a questo punto abbozzare quelli che saranno i prezzi di OnePlus 6 valevoli per il mercato europeo. Se in passato il produttore cinese ha messo in atto un rincaro di 2.000 rupie indiane nel passaggio tra OnePlus One e OnePlus 2/3 e OnePlus 3T e OnePlus 5/5T, la cifra appena richiamata va addirittura a raddoppiare nel caso del modello di prossima generazione (in pratica, circa 50 euro). Ci aspettiamo insomma un listino pari a 559 euro per il modello base e un prezzo di 599 euro per quello da 128 gigabyte. Si tratta chiaramente di congetture ancora da verificare, ma la polivalenza delle fonti che hanno abbozzato l’aumento è sintomo evidentissimo di un fattore che ormai può dirsi acclarato.

Non sappiamo se una tale mossa porterà i propri frutti e se i consumatori reagiranno bene dinanzi a queste cifre, ma quel che appare certo è che OnePlus 6 metterà in mostra alcuni miglioramenti rispetto al modello di generazione precedente, tra cui nuovi materiali e, finalmente, resistenza all’acqua e polvere. La speranza è che OnePlus possa migliorare la fotocamera, finora la lacuna più evidente (almeno rispetto a buona parte dei top di gamma del 2017) dell’apprezzato OnePlus 5T.

FONTE: Gizmochina