Iliad: in Francia arrivano le prime offerte 5G

Iliad: in Francia arrivano le prime offerte 5G

In Francia Free Mobile del gruppo iliad ha lanciato le sue primissime offerte su rete 5G e come ormai piena tradizione dell’operatore, vi é sin da subito un abbattimento dei costi notevole rispetto alla concorrenza.

Infatti se gli operatori concorrenti francesi come Orange, Bouygues Telecom i costi si aggirano mediamente su oltre 60 euro al mese con offerte tutto incluso e un impegno minimo di 12 mesi per i clienti, le prime offerte Free Mobile sono al pari delle medesime già lanciati con il 4G, ci aggiriamo intorno ai 19,99 euro al mese. Inoltre non vi é alcun impegno minimo per i clienti che possono quindi cambiare in totale tranquillità quando vogliono.

L’offerta di Free mobile si compone infatti di ben 150 giga mensili in 5G. Per fare un confronto, un piano 5G con 150 GB costa 64,99 euro al mese con Orange (promozioni escluse e con impegno di 12 mesi), 65 euro al mese su SFR (escluse promozioni e con impegno di 12 mesi) e 69,99 euro al mese con Bouygues Telecom (escluse promozioni e con un impegno di 24 mesi). Da notare che quest’ultimo operatore propone anche, tramite la sua offerta B&B, un pacchetto 5G da 130 GB, senza impegno, a 24,99 euro al mese.

Iliad e il 5G in Italia

Iliad è tornata nuovamente sulla dibattuta questione relativa alla rete 5G e in linea con l’approccio comunicativo votato alla trasparenza con i clienti, l’AD Benedetto Levi ha voluto chiarire che le performance della rete di nuova generazione non saranno inizialmente il picco della qualità che molti potrebbero aspettarsi (e che probabilmente altri promettono al momento).

Levi ha specificato che non si tratterà di grandi prestazioni, di connettività spaziali al pari dell’Internet delle cose (IoT) ambito in cui il 5G nel prossimo futuro farà faville.

Quanto debutto della nuova rete, l’amministratore delegato di Iliad ha voluto ribadire che il debutto avverrà “a brevissimo”, alimentando quelle speculazioni che vorrebbero il lancio delle prime tariffe già nel mese di dicembre 2020.

Al momento non conosciamo ancora dettagli su quelle che potranno essere le prime offerte commerciali 5G, se conterranno più o meno degli attuali 50 Giga di internet mobile ma é presumibile pensare che i giga saranno molti di più a disposizione ma al momento sono solo speculazioni.

L’intervista al Corriere della Sera però è stata foriera anche di una rivelazione altrettanto importante; Levi ha infatti confermato che oltre la metà delle installazioni degli impianti in Italia è già abilitata alla fibra. Una dichiarazione che apre dunque al potenziale arrivo imminente della rete fissa, che sappiamo essere uno dei prossimi obiettivi di Iliad in Italia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.