Facebook Hotline: la risposta a Clubhouse

Facebook Hotline: la risposta a Clubhouse

Facebook Hotline è la risposta di Zuckerberg a Clubhouse: permetterà infatti ai creatori di contenuti di parlare ad un pubblico, quest’ultimo potrà al contempo fare domande attraverso una box di testo o tramite audio. I creatori di contenuti potranno attivare la videocamera durante le live, creando così un evento streaming tradizionale.

La prima chat di Facebook Hotline è stata avviata ieri mattina assieme a Nick Huber. Secondo Facebook (da un’intervista a TechCrunch) Huber è esattamente il tipo di imprenditore per il quale Hotline funzionerà al meglio, qualcuno che possa aiutare le persone a comprendere il funzionamento della piattaforma e scoprire così nuove tecniche.

Parlando più nel dettaglio dell’applicazione, all’interno di essa vi è una sezione con eventi in primo piano. Sarà possibile ricevere informazioni più dettagliate sulle stanze e i loro creatori semplicemente cliccando su di esse. Nonostante le somiglianze con Clubhouse ci sono comunque delle differenze sostanziali: sarà possibile loggare attraverso il proprio account Twitter ricevendo un codice di verifica tramite SMS, una scelta sicuramente bizzarra.

La sezione degli ascoltatori divide in modo automatico la tipologia di pubblico: coloro che sono connessi solo per ascoltare e coloro che hanno domande da fare; una distinzione che Clubhouse non fa. Nella sezione delle domande è possibile notare una lista delle domande che sono state già fatte. Si potranno anche votare (in positivo o in negativo) le domande sulla base dei loro contenuti (in stile Reddit). I creatori potranno usare questa sezione per scegliere a quale domanda rispondere.

Facebook Hotline permette agli utenti di digitare le domande e di unirsi alla chat dal vivo del creatore. Gli ospiti sono rappresentati attraverso la propria immagine di profilo che verrà poi mutata in “solo audio” quando si uniranno al creatore della sessione.

 

La prima chat in live con Huber.

In modo simile alle live Facebook ed Instagram, gli utenti di Hotline potranno utilizzare emoji come reaction alla live.

Risate, cuoricini, sorpresa, pollici in su, fuoco ed applausi sono sono alcune delle numerose possibilità che avranno gli utenti nelle interazioni con i creatori delle chat. Come per Facebook ed Instagram, infatti, sarà possibile mandare reaction immediate per poter così comunicare assenso o dissenso sulle varie questioni. Gli ospiti avranno pieno controllo nella chat room, così da poter provare un’esperienza completa. Sarà possibile anche rimuovere domande inappropriate dalla lista d’attesa, o rimuovere persone dalla stanza virtuale (per evitare comportamenti scorretti o classiche situazioni di spam, una mossa intelligente da parte di Facebook).

Durante la beta pubblica in anteprima, gli impiegati di Facebook hanno fatto da moderatori per l’evento. A differenza di Clubhouse, gli eventi di Facebook Hotline potranno essere registrati e resi disponibili on demand dopo la fine di ogni sessione, eliminando quella sensazione di precarietà dell’app rivale, con possibilità di far circolare il contenuto registrato anche in un secondo momento.

Dopo ogni evento Hotline, il creatore riceverà infatti due file, uno in formato .mp3 e l’altro in .mp4. Questi potranno essere caricati su altri social network in modo tale da condividere il contenuto, elemento importante non presente sulla piattaforma rivale.

 

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.