Apple: problemi di sviluppo per il visore AR/VR, arriverà nel 2023?

Si continua ancora a parlare del fantomatico visore AR/VR di Apple, al centro di numerose indiscrezioni negli ultimi mesi.

Secondo alcune persone che hanno familiarità con l’ambiente, Apple sta valutando la possibilità di posticipare il debutto del suo visore per realtà mista di almeno alcuni mesi, potenzialmente ritardando il suo primo importante nuovo prodotto dall’Apple Watch nel 2015.

Il visore, un dispositivo di fascia alta che unisce realtà virtuale e aumentata, è stato presentato alla conferenza mondiale degli sviluppatori di Apple a giugno, seguito da un rilascio nel corso dell’anno. Ma le sfide di sviluppo legate al surriscaldamento, alle telecamere e al software hanno reso più difficile seguire la tabella di marcia tracciata inizialmente.

Ciò potrebbe spingere l’annuncio vero e proprio del dispositivo alla fine del 2022, con il prodotto che potrebbe dunque arrivare sul mercato nei primi mesi del 2023. Bloomberg, che ha riportato queste indiscrezioni, ha chiesto informazioni a Apple, ma un portavoce dell’azienda si è rifiutato di commentare la notizia.

Il ritardo segnerebbe una battuta d’arresto per un prodotto visto come una delle “prossime Big Thing” di Apple che potrebbe far crescere di quasi 3 trilioni di dollari del gigante della tecnologia.

Voci del passato hanno suggerito più volte che il casco sarebbe potuto arrivare quest’anno, anche se le sue specifiche e il pubblico di destinazione non sono ancora certi. I primi scoop suggerivano che potesse avere una risoluzione di 8K per occhio, oltre una dozzina di telecamere di localizzazione “inside out” e un focus per gli sviluppatori che includeva un prezzo di lancio pari a 3000 dollari. Il noto analista Ming-Chi Kuo ha in passato ha suggerito che il visore utilizzerebbe “solo” display 4K e da sei a otto fotocamere.

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa