WhatsApp si rivoluziona per le imprese, arrivano le funzioni Premium e una nuova API

Vi avevamo già anticipato dell’arrivo di un nuovo sistema di abbonamento Premium destinato alle aziende su WhatsApp e finalmente la funzionalità è in fase di distribuzione nel canale pubblico dell’applicazione.

Sul blog ufficiale si è parlato nel dettaglio delle novità Premium rivolte alle aziende.

“Abbiamo dato a utenti di tutto il mondo la possibilità di rimanere in contatto con i propri cari in modo semplice e affidabile, e ora vogliamo rendere un problema del passato anche le difficoltà di comunicazione che possono crearsi tra clienti e aziende. Ciò significa niente più lunghe attese al telefono, procedure complesse su siti web instabili o inviare email senza la certezza che vengano lette.

Ad oggi, abbiamo aiutato milioni di aziende a migliorare e crescere con WhatsApp; il prossimo passo sarà rendere la nostra applicazione disponibile per ogni impresa che necessiti di comunicare con i clienti in modo rapido, comodo e affidabile”.

La nuova API per le aziende

WhatsApp Cloud Application Programming Interface è una nuova API destinata alle aziende e si presenta come una vera e propria dashboard personalizzata ed è pensata per offrire il miglior servizio possibile ai clienti. Questi servizi di hosting cloud verranno offerti in modo del tutto gratuito alle aziende che utilizzano la nuova API basata sul cloud.

Ma non è tutto, grazie a questa nuova API saranno forniti anche dei nuovi strumenti che aiuteranno le imprese ad aumentare la presenza del loro brand online, con la possibilità di gestire le chat su un massimo di 10 dispositivi per distribuire meglio l’afflusso di messaggi e nuovi link “clicca per chattare” di WhatsApp personalizzabili, per aiutarle ad attirare più clienti online. Queste funzionalità aggiuntive saranno opzioni a pagamento parte di un nuovo servizio premium di WhatsApp Business che saranno svelate prossimamente.

WhatsApp guadagnerà addebitando alle aziende in base al numero di conversazioni che si avranno ogni giorno. A seconda dell’area geografica e di altri parametri potrebbero venire richiesti da una frazione di centesimo a oltre 10 centesimi di dollaro per conversazione. Ma queste al momento sono solo indiscrezioni che attendono ancora di essere confermate.

Sul blog viene poi aggiunto:

“Grazie a queste nuove modalità di sostegno alle aziende, manteniamo le loro interazioni con i clienti vicine ai nostri valori. Sono infatti sempre gli utenti a decidere se e quando avviare una conversazione con le attività, e queste ultime non possono contattare gli utenti salvo riceverne richiesta. Garantendo loro la possibilità di chattare con un numero di imprese sempre maggiore su WhatsApp, speriamo di offrire un’esperienza positiva agli utenti, e siamo impazienti di ascoltare le storie di successo delle aziende che utilizzano i nostri servizi.”

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa