VPN, il modo migliore per proteggerti in rete

VPN, il modo migliore per proteggerti in rete

Molti di voi sapranno sicuramente cosa sia una VPN, fondamentalmente è un servizio per la protezione della navigazione che sempre più si sta diffondendo nelle nostre case, allargando così il vecchio utilizzo che le vedeva diffuse soprattutto in ambito aziendale.

Continuando a leggere questo articolo, vi spiegheremo, in maniera molto semplice, come utilizzare al meglio questo fantastico servizio e a quali scopi possa adattarsi. Partendo dal presupposto che la navigazione web che si effettua di giorno in giorno non è assolutamente protetta, l’utilizzo di queste Virtual Private Network permette di navigare su Internet in modo sicuro e già questo potrebbe essere una delle motivazioni che potrebbe spingerci ad usare una delle migliori VPN sul mercato. Il loro compito, in primis, è quello di bloccare l’accesso agli sconosciuti creando una connessione diretta tra punto di partenza e punto di destinazione. La classica spiegazione che troveremo su Wikipedia è che:

Una Virtual Private Network (tradotto dall’inglese alla in lingua italiana letteralmente: rete virtuale privata in acronimo VPN), nelle telecomunicazioni, è una rete di telecomunicazioni privata, instaurata tra soggetti che utilizzano, come tecnologia di trasporto, un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso, come ad esempio la rete Internet.

Lo scopo delle reti VPN è quello di offrire alle aziende, a un costo minore, le stesse possibilità delle linee private a noleggio, ma sfruttando reti condivise pubbliche: si può vedere dunque una VPN come l’estensione a livello geografico di una rete locale privata aziendale sicura che colleghi tra loro siti interni all’azienda stessa variamente dislocati su un ampio territorio, sfruttando l’instradamento tramite IP per il trasporto su scala geografica e realizzando di fatto una rete LAN, detta appunto “virtuale” e “privata”, equivalente a un’infrastruttura fisica di rete (ossia con collegamenti fisici) dedicata.

Semplificando questa definizione, il principio di funzionamento di una VPN è quello di creare una strada diretta crittografata e sicura tra voi e la vostra destinazione che può variare tra un sito web, un servizio streaming, un server Torrent, ecc.

I servizi che ci permettono di sfruttare questo tipo di infrastruttura sono tanti. Ce ne sono di gratuiti, che però offrono pacchetti software limitati, con traffico a consumo (ad esempio), e a pagamento, che sono sicuramente più validi e completi di opzioni e che offre delle credenziali d’accesso. Queste includono ovviamente una username ed una password che saranno fornite in fase di attivazione e che potremmo usare non solo per il nostro computer domestico, ma anche sul nostro cellulare, sopratutto se ci trovassimo in viaggio in un paese straniero.

Fatto l’accesso al servizio acquistato, verremo dirottati su dei server protetti e criptati che non daranno la possibilità che i file vengano intercettati, almeno non semplicemente, per cui è certamente più sicuro navigare usufruendo di uno dei servizi più diffusi in rete che farlo in modo tradizionale. Il nostro indirizzo IP verrà sostituito da quello del server che ci ospita e per questo manterremo un certo anonimato ad occhi indiscreti che giornalmente scandagliano le comunicazioni internet in cerca di dati sensibili/finanziari.

Nel caso ci trovassimo all’estero e volessimo accedere al nostro abbonamento Netflix, solo tramite una VPN potremmo farlo: ci collegheremmo ad un server italiano e da li al servizio noto di streaming come se fossimo in Italia. Non tutti sanno, infatti che, esistono dei limiti geografici che limitano navigazione e servizi al di fuori del nostro Paese. Inoltre potremmo collegarci dall’Italia anche a servizi prettamente stranieri. Chi ama ad esempio le Serie TV e i Films in lingua originale, potrebbe accedere al servizio Netflix americano, senz’altro più ricco di contenuti del nostro.

Se ci trovassimo in viaggio in Cina o in altri paesi con restrizione, Facebook o latri servizi non sarebbero raggiungibile senza un buon servizio VPN. Potremmo anche utilizzare una rete privata virtuale per accedere ai siti web bloccati dalla nostra organizzazione lavorativa, scaricare dai server Torrent in completa sicurezza e anonimato e tanto altro ancora.

Dunque, se hai compreso appieno quanto sia utile una VPN, ti basta sapere che abbonamenti con i migliori servizi saranno si a pagamento, ma al costo irrisorio di circa 5/8 caffè al mese. Di seguito due servizi molto noti che ci sentiamo di consigliarvi:

Acquista 1 Anno di protezione IPVanish a 5,87€ al mese

Acquista 1 Anno di protezione PureVPN a 2,97€ al mese