Netflix vs Infinity tv: qual è il migliore servizio streaming?

Netflix vs Infinity tv: qual è il migliore servizio streaming?

Netflix vs Infinity, qual è il servizio on demand migliore? Approfittando di un mese di prova gratuito offerto da Netflix ed Infinity, abbiamo pensato di fare un confronto fra i due tv streaming provider. L’intenzione è quella di aiutarvi a decidere quale servizio scegliere, in base alle vostre esigenze.

È impossibile non notare come Netflix negli ultimi mesi abbia aggiunto centinaia di titoli in ogni categoria, riducendo il divario che esisteva fino a qualche tempo fa con la diretta concorrente. Nel totale Netflix vanta migliaia di film, centinaia di serie tv per la famiglia e serie cartoni per i bambini, compresi gli Original Production Netflix. Un ulteriore valore aggiunto di Netflix è assolutamente l’interfaccia dell’applicazione. Che sia su Web, smart TV o cellulare/tablet, il servizio rosso è sempre pulito, comodo e veloce.

Per una famiglia con bambini la scelta giusta è rappresentata da Netflix con una selezione infinita di cartoni animati che non annoieranno mai i più piccoli. L’unico punto dolente forse delle produzioni del colosso è proprio il catalogo film: non sempre sono presenti tutte le ultimissime novità e, generalmente, gli utenti si trovano di comune accordo affermando che il servizio riesca meglio nella produzione di serie proprietarie piuttosto che film.
Chi invece è appassionato di cinema nostrano, invece, troverà un vastissimo archivio di titoli interessanti su Infinity. Giova al servizio il fatto di appartenere ad un’azienda italiana, si pensi a tutta la produzione italiana di Medusa ad esempio, presente con diversi titoli sulla piattaforma streaming. Inoltre in quanto a contenuti il catalogo offre oltre 5000 titoli tra film e spettacoli. Praticamente non rimarrete mai a corto di cose da vedere.

Netflix vs Infinity, la battaglia sulle Serie tv è piuttosto accesa, la scelta si basa soprattutto sui vostri gusti personali, anche perché non vi è una supremazia schiacciante né di uno né dell’altro. Tutt’altro che alla pari però è il confronto sui documentari. Netflix in questo caso presenta sul proprio catalogo un’offerta che è quasi sei volte più ampia quella del rivale.

Con ogni nuova programmazione di serie TV, Premiere e film, sia Netflix che Infinity propongono un sempre più vasto catalogo di contenuti.

Netflix vs Infinity: costo degli abbonamenti

Ora però, contenuti a parte, passiamo all’analisi dei costi dei due servizi. I contenuti ci sono da entrambe le parti, fatta la vostra scelta iniziamo la valutazione: Quale dei due servizi conviene di più?

ServizioQualità SDQualità HDQualità UHD
NETFLIX7,99€/1 schermo11,99€/2 schermi15,99€/4 schermi
INFINITYNoNo7,99€/2 schermi

Per quanto riguarda il costo dell’abbonamento è senza dubbio più allettante quello che riguarda Infinity, che propone una sola soluzione al costo di 7,99 € permettendo fino a 5 dispositivi di essere registrati. C’è però una piccola clausola che va rispettata: non possono collegarsi più di 2 dispositivi contemporaneamente. Per fare un esempio potranno utilizzare il servizio un computer e una smart tv, o due tablet, ma un potenziale terzo dispositivo dovrà attendere che la visione sia terminata su uno dei due già connessi.

Netflix, come molti sapranno, necessità di un maggiore approfondimento in quanto presenta un’offerta più varia rispetto alla concorrenza: l’utente potrà infatti scegliere fra tre opzioni. Le stesse sono state riportate in maniera semplificata nella tabella in alto. In basso potrete invece vedere nel dettaglio i costi e ciò che offrono i vari tagli.

  • Basic: 7,99€, con possibilità di vedere Netflix su un solo dispositivo alla volta senza contenuti HD.
  • Standard: 11,99€, che aumenta il numero di dispositivi in cui si può vedere Netflix contemporaneamente a due, ed introduce l’alta definizione.
  • Premium: 15,99€, con la possibilità di collegare quattro dispositivi e godere dell’Ultra HD.

Entrambe le piattaforme richiedono di rilasciare dati della propria carta di credito o dell’account Paypal. Non vi preoccupate però, se siete interessati ad effettuare un breve periodo di prova potrete comunque interrompere il servizio nei seguenti modi (ovviamente per accedere ai link qui sotto bisogna dapprima effettuare il login per i l rispettivo servizio):

Una nota che merita di essere citata, è la nuova funzione da poco inserita per la visione offline dei contenuti: Netflix  e Infinity hanno aggiunto infatti la possibilità di effettuare il download del programma selezionato sulla memoria del dispositivo, e permetterne la visione anche in assenza di connessione internet o traffico dati.

CONCLUSIONI

Eccoci dunque a tirare le somme della disputa tra Netflix vs Infinity. Come avrete potuto vedere vi è una sostanziale parità fra i due contendenti. Teniamo conto però che Netflix ha iniziato la sua avventura nel nostro paese con un consistente ritardo rispetto al rivale, sbarcando nello Stivale alla fine dello scorso anno. È molto probabile, quindi, che il provider americano goda di più ampi margini di crescita rispetto al prodotto di casa Mediaset, ne sono la prova i contenuti offerti su territorio americano, che sono senza dubbio più ampi (da qui la scelta di Netflix di non far utilizzare più il servizio attraverso servizi di VPN).

Va sottolineato nuovamente che Netflix sta aumentando esponenzialmente il numero di titoli. Inoltre grazie alla categoria dedicata ai bambini, ha sicuramente la preferenza della scelta in un ambiente familiare con figli. Per chi avesse più interesse per le serie TV, Infinity offre una gamma più vasta di titoli, con novità ed esclusive con le ultime stagioni in anteprima. Anche in questo caso il divario con la concorrente è sempre meno evidente. In conclusione, quindi, sono due ottimi servizi di Streaming con prezzi onesti e ragionevoli. La scelta tra uno dei due è dettata solamente dai propri gusti personali verso particolari generi o titoli disponibili. A voi la scelta, buon divertimento!

CONSIDERAZIONI EXTRA: Disney+, Prime Video, Now TV

Prima di effettuare una scelta, o se i servizi descritti finora non vi hanno convinti del tutto, ci sono altri tre concorrenti che vale la pena tenere in considerazione: si tratta di Disney+, Prime Video e Now TV.

DISNEY+

Disney+ presenta un’interfaccia molto simile a Netflix, ma offre titoli legati all’ormai vastissimo universo Disney, oltre ai grandi nomi Pixar, Fox, Marvel, Star Wars e anche National Geographic.

In Italia ha un costo di 6.99€ al mese, tuttavia il costo dell’abbonamento annuale è pari a 69.99€, offrendo quindi due mesi gratuiti.

Il punto forte del servizio è indubbiamente il catalogo estremamente fornito di cartoni Disney, inclusi i grandi classici, ormai introvabili altrove: se state cercando una piattaforma adatta ai bambini, si tratta sicuramente di una scelta validissima. Possiede anche una sezione Original molto variegata (sebbene sia un parco titoli di dimensioni nettamente inferiori rispetto a quello di Netflix). Il contenuto che fa più gola al momento è The Mandalorian (la prima serie TV di Star Wars, che include l’ormai iconico Baby Yoda), purtroppo però gli altri sono indirizzati ad un pubblico molto ristretto (titoli come High School Musical e affini).

Come già menzionato prima, trattandosi della Disney sono inclusi anche tutti i titoli della Pixar e della Marvel (anche se per questione di diritti mancano quelli di Hulk e Spider Man). Non possiede l’intero catalogo Fox, ma per esempio su questo versante è possibile trovare I Simpson (tutte le stagioni), film degli X-Men e i Fantastici 4. Punto di forza è il fatto che avremo automaticamente sbloccati gli Extra (come bozzetti e bloopers, anche per titoli del momento come Avengers Endgame).

Come per Netflix e Prime Video, è possibile scaricare i film e le puntate in modo tale da poterli poi guardare anche se sprovvisti di connessione performante. Disney+ dispone anche di una modalità denominata Kids (attivabile dalle impostazioni) per censurare e filtrare i contenuti per minori di 14 anni.

L’interfaccia è molto pulita (ed intuitiva, a prova di bambino/adolescente alle prime armi), e se ancora non doveste essere convinti c’è la possibilità di fare una settimana di prova prima di sottoscrivere l’abbonamento.

Da menzionare è anche l’opzione di modifica e gestione dei sottotitoli, con possibilità di manipolare font, colore, dimensioni per adattarli alle esigenze di ogni spettatore (sotto questo punto di vista, ha il menu più ricco in assoluto tra i servizi streaming).

In ogni caso il catalogo è ancora un po’ misero in rapporto al prezzo che viene richiesto. Mancano inoltre i film d’ultimissima uscita, come Frozen II, Toy Story 4, Star Wars Episodio 9. Vengono aggiunti man mano, è vero, ma una mancanza del genere si fa sicuramente sentire (soprattutto poiché si tratta di titoli apprezzatissimi).

PRIME VIDEO

Il servizio di proprietà del colosso Amazon, Prime Video, è sicuramente quello che al momento conviene di più tra tutti quelli analizzati, perché dal punto di vista economico costa solo 36€ l’anno, ma è abbinato a:

  • Servizio di spedizione della massima qualità con Amazon Prime;
  • Servizio di musica in streaming con Amazon Music;
  • Servizio Twitch Prime con videogiochi gratis ogni mese e gettoni di abbonamenti gratuiti per supportare i canali di streaming che preferite;
  • Servizio di lettura ebook Amazon Prime Reading.

Nonostante si tratti di un abbonamento condiviso, la qualità di contenuti Streaming è molto alta poiché vi sono diverse serie originali (The man in the high castle, The Boys, The Expanse, per citarne qualcuna) e quest’ultime tendono a crescere di numero con rapidità notevole. La piattaforma, in tal senso, è molto aggiornata. Il servizio è meno vasto, essendo nato molto dopo rispetto a Netflix, ma comunque considerando il prezzo e i servizi che lo accompagnano raggiunge livelli lo stesso molto alti.

Si possono trovare serie non presenti su Netflix, come Fear the Walking Dead, Grey’s Anatomy e in generale numerosi contenuti associati alla rete americana ABC. Anche in questo caso è possibile scaricare gli episodi e guardarli offline.

Come qualità video, offre svariate opzioni per restare disponibile anche in caso di connessione più debole, e arriva fino al 4K HDR. L’interfaccia è pulita e accessibile, anche se meno intuitiva rispetto a quella di Disney+.

NOW TV

Now TV è un caso un po’ diverso da tutti quelli presi in analisi finora. Si tratta di un servizio di proprietà di Sky (si chiamava infatti Sky TV al rilascio) e oltre ad essere una piattaforma di streaming è anche comparabile a una web television per la quale è possibile acquistare dei pacchetti per i canali Sky: se siete stati possessori di un abbonamento Sky in precedenza, sapete già esattamente come funziona il sistema dei pacchetti, anche se questa volta non è richiesto alcun contratto a lungo termine.

Si sceglie infatti, dopo i 14 giorni di prova gratuita, tra Pass Cinema, Pass Sport e Pass Entertainment. È possibile acquistare una, due o tre categorie, permettendo quindi di personalizzare la propria offerta in base alle preferenze del cliente. Il Pass Cinema o il Pass Intrattenimento da soli costano 9.99€ al mese, ma possono essere combinati a un prezzo scontato di 14.99€ al mese; il Pass Sport invece è a sé stante e costa 9.99€ al giorno, 14.99€ per una settimana oppure 29.99€ per l’abbonamento mensile.

Trattandosi di Sky, i pacchetti Intrattenimento e Cinema ovviamente includono tutti i canali e i titoli Fox (come Fox Crime, Fox Life, Fox News), oltre ai titoli Original di sua proprietà. Il pacchetto Cinema include circa 1000 titoli e canali live, mentre per l’Intrattenimento ci sono in esclusiva contenuti come Masterchef e canali come History Channel. Insomma, rispetto ai servizi descritti finora è sicuramente il più costoso, sebbene sia quello che più si avvicina a una vera e propria TV, nonché l’unico che offra appunto la possibilità di assistere a tutti i maggiori eventi sportivi del momento in alta definizione.

Ora che disponete di tutte le informazioni necessarie, sta a voi determinare il servizio più adatto alle vostre necessità! Senza dubbio troverete quello che fa al caso vostro.

10 thoughts on “Netflix vs Infinity tv: qual è il migliore servizio streaming?

  1. da quanto Netflix ha alzato i prezzi sono passato a infinity e devo dire che per ora mi sto trovando bene. L’unica cosa che mi manca di Netflix e’ Stranger Things (ma la scarico o la vedo in streaming.)

  2. Ho Netflix da svariati mesi e per ora mi trovo bene. Ho attivato il mese di prova su infinity perché c’erano alcune serie che mi interessavano, non presenti su netflix, dato che comunque il costo successivo alla prova non é proibitivo e puoi disdire quando vuoi. Ma in linea di massima mi sembra che Infinity sia carente in molti aspetti rispetto a Netflix… in primis l’app mobile… a mio avviso fa schifissimo!

  3. ciao. Sapete se entrambi offrono l’audio 5.1 per qualsiasi piano (Dolby or DTS)?

  4. Concordo al 100%. Tantissimi contenuti ogni mese e serie originali di assoluta qualità…. Inoltre tutto ma proprio tutto sottotitolato… comodo per chi vuole imparare altre lingue ma indispensabile per i non udenti.. sky e tutti i diretti concorrenti, compreso Infinity dovrebbero solo che prendere esempio da Netflix…..

  5. Sono cliente Netflix dal primissimo giorno, e a tutt’oggi il mio entusiasmo non si è minimamente affievolito, al contrario! La quantità di titoli di mio gradimento è vastissima, ma questo è un gusto personale. Quello che apprezzo immensamente è la possibilità di gustarsi i vari titoli in lingua originale sottotitolati, la varietà delle proposte (i numeri della tabella di cui sopra parlano chiaro) e la chiarezza del contratto di abbonamento con conseguente facilità di gestione.
    In questi giorni ho attivato Infinity per una prova gratuita (regalatami in seguito ad un cambio di operatore telefonico) e la delusione è stata enorme: non solo per la scarsità dei titoli di mio interesse nel catalogo (solo due titoli!), ma anche perché non ho trovato la possibilità di guardarli in lingua originale!! Per me questo è un fattore di primaria importanza che mi spingerà a non andare oltre la prova gratuita. Peccato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.