TikTok: i creatori potranno adottare abbonamenti “premium”

TikTok ha confermato questo giovedì che starebbe testando il supporto per l’introduzione di abbonamenti, aprendo dunque ai creatori la possibilità di addebitare “quote premium” per i propri follower.

La notizia arriva direttamente da The Information: la società non ha condiviso i dettagli su quando potrebbe essere disponibile questa nuova funzionalità, quanti creator sono attualmente coinvolti nel test o come potrebbe essere organizzata la struttura dei pagamenti. Il portavoce della società Zachary Kizer ha dichiarato che gli abbonamenti sarebbero un “concept che è stato in fase di test”, e che è stato ideato “sempre pensando a nuovi modi per portare valore alla nostra comunità e arricchire l’esperienza TikTok”.

Se adottato, si tratterebbe dell’ultima mossa di TikTok per aiutare i suoi creatori a  monetizzare il loro contenuto e introdurrebbe al contempo il suo Creator Next Hub con strumenti di monetizzazione.

Il modo in cui TikTok potrebbe aggiungere pagamenti diretti al creatore per il suo modello di business di grande successo è un argomento delicato. Il vantaggio principale dell’applicazione rispetto ai concorrenti è il suo algoritmo sorprendente che porta in superficie i contenuti adatti per ogni utente. È un modo per i creatori di raggiungere gli utenti e idealmente trasformarli in abbonati. Ma se i creatori sono in possesso dei migliori contenuti soltanto per gli abbonati allora questo non comparirebbe nell’algoritmo che a sua volta potrebbe ridurre gli introiti.

Questo non è un problema che affligge solo TikTok, tutte le piattaforme digitali stanno cercando di aiutare i creatori di contenuti e gli influencer monetizzare i loro contenuti, pur restando nei limiti dei loro pareggi di bilancio. E gli stessi creatori devono essere in grado di prevedere quali contenuti gli abbonati saranno disposti a pagare, e quali contenuti li aiuteranno a promuovere al meglio il proprio lavoro: senza questa formula, si rischierebbe solo di danneggiare il lavoro complessivo.

Anche Instagram sta lanciando un test di abbonamenti a pagamento con un piccolo numero di creatori e influencer. Gli abbonati pagheranno un canone mensile per accedere a contenuti esclusivi dai creatori che seguono, tra cui storie e reel. I diversi livelli variano in un range di prezzo che va da $0.99 a $99.99 al mese a seconda di ciò che il creatore decide di caricare, e un distintivo viola che andrà a denotare lo stato di un abbonato al creatore nella sezione commenti (un po’ come funziona già da tempo su Twitch o YouTube).

Fonte: The Verge

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa