Apple rimuove gli auricolari dagli iPhone anche in Francia

Quando l’iPhone 12 è stato rilasciato alla fine del 2020, Apple ha smesso di fornire le cuffie ai suoi vari modelli di smartphone, ad eccezione della Francia, dove la legislazione locale richiedeva ai produttori di fornire un kit vivavoce con i nuovi telefoni.

Una nuova legge volta a ridurre l’impronta ambientale del digitale elimina questo obbligo e proprio come negli altri paesi Apple ha colto la palla al balzo smettendo quindi di fornire l’iPhone nella doppia scatola che le consentiva di aggiungere le cuffie alla classica confezione.

Apple non ha ancora rilasciato una comunicazione ufficiale sull’argomento sul proprio sito ma i rivenditori ufficiali ne sono stati informati. Fnac ha così iniziato ad avvisare i propri clienti nei suoi punti vendita e apprendiamo che le cuffie verranno rimosse “dalla settimana del 24 gennaio 2022” .

Apple dovrebbe quindi smettere ufficialmente di fornire le cuffie cablate con l’iPhone nei prossimi giorni. Questo non dovrebbe tradursi in prezzi più bassi: L’azienda ha finora aggiunto le cuffie senza costi aggiuntivi rispetto ad altri paesi.

Solo nel mercato francese, questa strategia ha comportato una vendita annua di oltre 23,8 milioni di auricolari, ma anche ad un conseguente inquinamento da rifiuti tecnologici. Anche Xiaomi ha seguito il medesimo trend, infatti a partire da questa settimana il produttore non fornirà gli auricolari nelle confezioni.

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa