Su Ebay arriva un rarissimo Apple I assemblato da Steve Jobs e Wozniak

Su Ebay arriva un rarissimo Apple I assemblato da Steve Jobs e Wozniak

Non è la prima volta che su Ebay fanno la loro comparsa a sorpresa dei rarissimi esemplari tecnologici e in questi giorni sta facendo molto discutere l’apparizione di un mitologico Apple I che ha raggiunto il modico valore di 1,5 milioni di dollari.

In passato modelli di questo tipo avevano già fatto la loro comparsa, ma in questo caso parliamo di un rarissimo Apple I assemblato addirittura dalla coppia Steve Jobs e Wozniak.

Esistono solo sei esemplari al mondo di questa specifica versione del PC, e possono essere identificati da case in legno KOA originale Byte Shop e con una scheda madre NTI senza modifiche. Di Apple I assemblati dai due creativi ne esistono solo 50 a livello globale, di conseguenza questo modello ha un valore duplice nel mercato collezionistico.

Il device è ancora perfettamente funzionante e incluso nel prezzo c’è anche un monitor TV-115 Sony. L’inserzionista afferma di essere entrato in possesso di Apple I a poco meno di 200 dollari canadesi nel lontano 1978, quindi due anni dopo la sua pubblicazione sul mercato ed è sorprendente che sia tutt’oggi ancora funzionante.

La storia di Apple I

Concepito e progettato da Steve Wozniak, l’Apple I fu presentato nell’aprile 1976 all’Homebrew Computer Club di Palo Alto e fu commercializzato dal luglio 1976 all’agosto 1977 inizialmente al costo di 666,66 dollari per una produzione complessiva di circa 200 esemplari. Si trattava del primo prodotto in assoluto realizzato da una Apple emergente che  iniziava a muovere  i primi passi nel mondo tecnologico direttamente dal garage di Steve Jobs.

L’Apple I è semplicemente una scheda madre completamente assemblata. Per ottenere un computer funzionante bisogna aggiungervi un paio di alimentatori in grado di fornirle le tensioni elettriche richieste, una tastiera e collegarlo ad uno schermo, che andavano acquistati a parte da altri fornitori. Come accessorio era disponibile all’epoca anche un’interfaccia per cassette al costo di 75 dollari.

È per questo motivo che molti Apple I vennero assemblati in case di legno: non essendoci all’epoca un mercato di case per l’assemblaggio in proprio di un computer come c’è oggi, molti utenti se lo costruirono da soli e spesso utilizzavano il legno. Terrell, comunque, per rendere più appetibile il computer contattò un produttore di cabinet per una fornitura di contenitori in legno di acacia.

Dei 200 esemplari distribuiti, si stima che sul mercato siano disponibili attualmente solo una cinquantina di modelli, nei quali rientra il già citato PC emerso in questi giorni su Ebay. All’epoca inoltre molti utenti sfruttavano la permuta dando via il loro modello in favore dell’acquisto di Apple II. E’ noto inoltre che Apple abbia distrutto tutti gli esemplari ricevuti proprio perché si trattava di una macchina concepita e assemblata dallo stesso Wozniak.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.