Stadia sarà installata di default sui prossimi Chromebook

Stadia sarà installata di default sui prossimi Chromebook

Dopo i recenti sconvolgimenti che hanno portato alla chiusura della divisione incaricata dello sviluppo di produzioni esclusive per la piattaforma di Stadia, Google adesso intende collaborare più attivamente con i publisher di terze parti.

A confermare la volontà di non abbandonare la sua piattaforma di cloud gaming, Google ha annunciato che adesso i prossimi Chromebook ad arrivare sul mercato avranno installata di default l’applicazione di Stadia, un modo per dimostrare anche quanto si stiano velocemente diffondendo questi apprezzati device.

Il sistema operativo di ChromeOS è in una fase di crescita e grazie alle sue funzionalità multimediali, risulta una valida alternativa da impiego nel campo dello smart working e lo studio. Anche se parliamo di device che non guardano troppo al gaming, il cloud gaming garantito da Stadia potrebbe aggirare la mancanza di hardware all’avanguardia e dare ulteriore smalto a questi particolari PC portatili.

Nel dettaglio, i colleghi di 9to5google affermano che la soluzione adottata da Google per portare Stadia sui Chromebook non consisterebbe in una vera app nativamente pre-installata, ma di un link alla PWA che porterà gli utenti alla pagina web del servizio, che ovviamente girerà sul browser Chrome.

Così facendo Google potrebbe rivalorizzare alcuni dei suoi vecchi Chromebook, ma anche tutti i nuovi modelli, impreziosendo la loro offerta commerciale. Già prima ovviamente questi device supportavano il servizio, ma adesso la sua pubblicizzazione potrebbe rivelarsi molto più efficace nel passaparola tra gli utenti.

Rispondi