Sony ha terminato l’acquisizione di Bungie

Bungie, lo sviluppatore di Destiny 2, è ora ufficialmente parte di Sony. Il produttore di PlayStation aveva annunciato l’intenzione di acquisire lo studio a gennaio e ora l’acquisizione è completa.

All’annuncio iniziale, Sony ha affermato ) che l’accordo valeva 3,6 miliardi di dollari, ma in un deposito della SEC venerdì, ha affermato è ufficialmente costato 3,7 miliardi.

Sebbene ora sia sotto l’egida di Sony, Bungie “continuerà a pubblicare e sviluppare in modo creativo i nostri giochi in modo indipendente”, ha affermato il CEO di Bungie Pete Parsons in un post sul blog dall’annuncio originale dell’acquisizione. E i giochi futuri in sviluppo non saranno esclusivi PlayStation, hanno affermato Joe Blackburn e Justin Truman di Bungie.

Il CEO di Bungie, Pete Parsons, ha così commentato l’acquisizione:

Questa partnership senza precedenti con PlayStation è un grande e coraggioso passo avanti. Non potrei essere più eccitato per la prossima fase della nostra avventura. La nostra visione è quella di rendere Bungie il posto migliore in cui chiunque nel settore dell’intrattenimento possa mai lavorare: un centro di eccellenza creativa e tecnica per la nostra squadra, i nostri giocatori e le comunità che chiamiamo casa“.

L’acquisizione tuttavia ha un valore strategico importante. Sony prevede di affidarsi a Bungie per la sua “esperienza di livello mondiale nello sviluppo multipiattaforma e nei servizi di gioco live service” per espandere il marchio PlayStation a centinaia di milioni di giocatori”.

Sony considera i giochi live-service come una parte fondamentale del futuro di PlayStation, con almeno 10 titoli live-service da lanciare entro la fine di marzo 2026.

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa