Sleep Cycle debutta su Apple Watch per monitorare il sonno e ridurre il russare

Sleep Cycle debutta su Apple Watch per monitorare il sonno e ridurre il russare

Quando fece il suo debutto su iPhone circa un anno fa, Sleep Cycle fu la prima applicazione ad introdurre il rilevamento del russare per aiutare gli utenti a scoprire come questa scomoda pratica notturna influisca sulla qualità del sonno. Oggi, Sleep Cycle arriva anche su Apple Watch portando con sé la stessa funzionalità che l’ha resa famosa. L’obiettivo dell’applicazione è semplice, sfruttando il Taptic Engine di Apple Watch, vengono prodotte delle micro vibrazioni sul polso dell’utente nel momento in cui viene rilevato il russare. L’entità della vibrazione non dovrebbe essere sufficiente da svegliare l’utente, ma dovrebbe suggerirgli di cambiare posizione.

La nuova funzionalità disponibile su Apple Watch arriva con l’ultimo aggiornamento di Sleep Cycle su iPhone. Dopo aver installato l’applicazione sul smartwatch, è sufficiente verificare che la funzione Store Stopper sia attivata nelle impostazioni relative l’applicazione. Oltre al rilevamento del russare, Sleep Cycle su Apple Watch include anche una sveglia silenziosa che sfrutta il Taptic Engine per svegliare dolcemente e delicatamente l’utente. La sveglia di Sleep Cycle riprende la medesima funzionalità della sveglia di Apple Watch, ma la differenza è che l’app di terze parti funge anche da monitoraggio del sonno e registra la durata e la qualità del sonno nell’app Salute.

Sleppe Cycle introduce il monitoraggio del sonno su Apple Watch

Per impostare la sveglia, l’applicazione sfrutta la corona digitale di Apple Watch che è sufficiente ruotare per impostare l’orario, mentre quando si avvicina il momento del risveglio, Sleep Cycle inizia a produrre una serie di vibrazioni sempre più veloci con l’avvicinarsi dell’orario impostato. L’ora della sveglia può essere visualizzata sul display con luminosità minima ed è possibile decidere di posticipare o sospendere la sveglia.

Al centro dell’applicazione ci sono due diversi brevetti tecnologici. Il primo consente di individuare il momento migliore per il risveglio di un utente, mentre il secondo consente di tenere traccia del sonno utilizzando il suono. La nuova applicazione consente anche di registrare la media della frequenza cardiaca durante la notte grazie ad Apple Watch. Ovviamente il rilevamento del sonno richiede di ricaricare l’orologio della Mela durante il giorno, circa un’ora per consentire l’utente di poter usufruire dello smartwatch il giorno seguente.

Fonte: 9to5mac

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.