Nuove rimodulazioni TIM dal 25 febbraio: fino a 1,99 euro in più

Nuove rimodulazioni TIM dal 25 febbraio: fino a 1,99 euro in più

Non soltanto offerte, ma anche rincari rispetto ai costi attualmente sostenuti. A far da apripista alla sempre fastidiosa ondata di rimodulazioni è TIM, che dal 25 febbraio 2019 andrà a modificare in negativo alcune delle sue più vecchie promozioni ricaricabili ormai sparite dal mercato. Le nuove rimodulazioni TIM comporteranno, in buona sostanza, un esborso aggiuntivo fino a 1,99 euro da sommare al prezzo di listino attualmente previsto dal proprio piano tariffario.

I clienti attualmente coinvolti riceveranno per tempo un messaggio informativo concernente l’ultima modifica unilaterale del contratto stipulato in precedenza. L’operatore italiano sta infatti inviando a far data da oggi (20 gennaio 2019, ndr) i primi SMS aventi come oggetto le nuove rimodulazioni TIM (0,99 euro o 1,99 euro, nello specifico). E’ possibile comunque giocare di anticipo, spulciando all’interno della propria area clienti MyTIM o in alternativa chiamare il numero gratuito 409168 dalla propria scheda TIM, al fine di ricevere delucidazioni specifiche circa il destino e l’eventuale modifica in negativo della propria opzione tariffaria.

Sulla base delle indicazioni dell’articolo 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni elettroniche, approvato con decreto legislativo n. 259/2003 e di recente modificato dal decreto legislativo n. 70/2012, il consumatore assoggettato dalle nuove rimodulazioni TIM potrà recedere senza penali e costi aggiuntivi entro e non oltre lo spirare della giornata del 24 febbraio 2019 (in buona sostanza, fino al giorno precedente dall’aumento del canone mensile della propria offerta). Due le soluzioni possibili: cessazione della linea – e conseguente perdita del proprio numero telefonico – oppure passaggio ad altro operatore, effettuando opportunamente la portabilità.

Secondo le ultime informazioni, i clienti coinvolti dalla rimodulazione TIM potranno beneficiare, su richiesta, di alcune offerte in contraccambio: nel caso in cui l’aumento mensile ammonti a 1,99 euro, il consumatore potrà attivare – entro il 24 febbraio 2019 – minuti illimitati a tempo indeterminato o 20 Giga al mese per 1 anno. Laddove l’aumento si attesti invece a 0,99 euro al mese, l’utente potrà invece beneficiare di minuti illimitati gratis per 1 mese o 5 giga gratis per 1 mese.

Commenti Facebook