Nintendo Switch: la produzione aumenta, il nuovo modello sempre più lontano

Il futuro di Nintendo Switch è ancora molto roseo e probabilmente il ciclo vitale ancora molto lungo.

Stando al nuovo report di Bloomberg infatti, la società prevede di aumentare la produzione della sua console Switch nel prossimo anno fiscale dopo aver spedito circa 21 milioni di console Switch nell’attuale fiscale che si concluderà a marzo.

La società con sede a Kyoto aveva abbassato le sue previsioni di vendita per la console a 19 milioni di unità a novembre a causa della carenza di componenti, ma ora è convinta di poter fare di più e la domanda rimane forte. La mossa per aumentare la produzione è una misura inaspettata in una fase avanzata del ciclo di vita della console e sembra dunque alimentare le voci che vogliono l’arrivo di una nuova console molto avanti nel futuro.

La società avrebbe già comunicato con i fornitori un piano per aumentare la produzione delle unità già a partire dal mese di aprile. Tuttavia al momento l’azienda non avrebbe ancora maturato un obiettivo preciso.

John Linneman di Digital Foundry, aveva rivelato nelle settimane scorse che Nintendo avrebbe deciso di cancellare Switch Pro, ovvero l’aggiornamento hardware di metà generazione.

Secondo Linneman, Nintendo aveva pianificato la pubblicazione di una Switch più potente, ma avrebbe deciso di mettere da parte l’idea per motivi che al momento sono poco chiari e questo potrebbe suggerire la volontà della società di concentrarsi direttamente sulla prossima generazione di console. Linneman specula che nel corso del 2023 potrebbe non esserci spazio per una nuova console targata Nintendo.

Speculazioni che a seguito della decisione di aumentare la produzione delle attuali Switch sul mercato, hanno perfettamente senso.

Fonte

 

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa