Nasa: L’asteroide 2014 RC ha sfiorato la Terra

Nasa: L’asteroide 2014 RC ha sfiorato la Terra

In base a quanto riportato dall’Agenzia Spaziale statunitense un piccolo corpo celeste, l’asteroide 2014 RC, approssimativamente delle dimensioni di una casa, ha “sorvolato” la superficie terrestre proprio ieri, domenica 7 settembre. Il punto in cui l’oggetto si è avvicinato maggiormente al nostro pianeta è stato individuato in Nuova Zelanda, regione da esso oltrepassata intorno alle 19:30, a una distanza ritenuta assolutamente innocua per noi di circa 40.000 chilometri.

Nonostante tutto, però, esistono dubbi fondati che un meteorite atterrato nelle vicinanze della capitale del Nicaragua Managua, sempre ieri, potrebbe essere provenuto proprio dall’asteroide 2014 RC, almeno secondo le affermazioni degli esperti locali. Non troppo lontano dall’aeroporto della città, l’oggetto avrebbe provocato un’esplosione e una forte scossa, con conseguente formazione di un cratere largo 12 metri e profondo 5. Il vulcanologo nicaraguense Humberto Garcia riferisce che il suddetto cratere “potrebbe essere fuoriuscito da quell’asteroide perché è normale che accada di questo”, e che sarebbe opportuno “approfondirne lo studio perché potrebbe trattarsi di ghiaccio o roccia.”

L’asteroide 2014 RC è stato in realtà scoperto solo una settimana prima di questo pseudo-contatto terrestre, cioè lo scorso 31 agosto, e nel punto più vicino al pianeta si è trovato a circa un decimo della distanza che separa la Luna dal centro della Terra, ha affermato in una dichiarazione ufficiale la Nasa, secondo cui esso in futuro tornerà nuovamente a orbitare nelle “nostre” vicinanze. Già a febbraio del 2013, infatti, un meteorite di una dimensione simile era esploso su Chelyabinsk nella Russia Centrale, ferendo più di 1.000 persone.

Ma l’asteroide 2014 RC non è l’unico di cui la Nasa stia tenendo traccia al momento; essa attualmente è intenta a monitorare più di 11.000 asteroidi in orbite che si avvicinano anch’esse in qualche modo alla Terra.

Via