Microsoft festeggia l’acquisizione di Bethesda con nuovi titoli su Xbox Game Pass

Microsoft festeggia l’acquisizione di Bethesda con nuovi titoli su Xbox Game Pass

Per celebrare la finalizzazione dell’acquisizione di Bethesda, Microsoft ha deciso di rinnovare il catalogo del suo Xbox Game Pass portando più di 20 storiche produzioni legate al publisher, che adesso è stato riunito sotto lo stesso tetto degli Xbox Game Studios del colosso di Redmond.

Questa la lista delle produzioni che sono disponibili a partire dal 12 marzo su Xbox Game Pass, per PC, console e Android.

  • Dishonored Definitive Edition – Console, PC, Cloud
  • Dishonored 2 – Console, PC, Cloud
  • DOOM (1993) – Console, PC, Cloud
  • DOOM II – Console, PC, Cloud
  • DOOM 3 – Console, PC, Cloud
  • DOOM 64 – Console, PC, Cloud
  • DOOM Eternal – Console, PC, Cloud
  • The Elder Scrolls III: Morrowind – Console, PC
  • The Elder Scrolls IV: Oblivion – Console, PC
  • The Elder Scrolls V: Skyrim Special Edition – Console, PC, Cloud
  • The Elder Scrolls Online – Console, Cloud
  • The Evil Within – Console, PC, Cloud
  • Fallout 4 – Console, PC, Cloud
  • Fallout 76 – Console, PC, Cloud
  • Fallout: New Vegas – Console
  • Prey – Console, PC, Cloud
  • RAGE 2 – Console, PC, Cloud
  • Wolfenstein: The New Order – Console, PC, Cloud
  • Wolfenstein: The Old Blood – Console, PC, Cloud
  • Wolfenstein: Youngblood – Console, PC, Cloud

L’acquisizione del gruppo Zenimax Media è stata di ben 7,3 miliardi dollari e garantirà a Microsoft il controllo su alcuni degli studi di sviluppo più importanti del settore dei videogiochi, che si tradurrà con l’assorbimento di tutte le IP storiche quali The Elder Scrolls, DOOM e Wolfenstein.

La lista degli studi comprende:

  • Bethesda Game Studios (Fallout, Elder Scrolls)
  • id Software (DOOM, Quake, Wolfenstein, Rage)
  • Arkane Studios (Dishonored, Prey, Deathloop)
  • MachineGames (Wolfenstein: The New Order)
  • Tango Gameworks (Ghostwire: Tokyo)
  • Alpha Dog Games (Monstrocity Rampage)
  • Roundhouse Studios

Si tratta di una strategia di mercato audace nella quale rientra ovviamente il GamePass, il servizio in abbonamento di Microsoft che propone un catalogo di oltre 100 giochi accessibili sulle console della famiglia Xbox e PC.

Nel suo comunicato, il responsabile della divisione Xbox, Phil Spencer, ha dichiarato:

Cercherò di essere il più chiaro possibile. Quindi ovviamente non posso sedermi qui e dire che ogni gioco sarà esclusivo perché non sarà così. Ci sono obblighi contrattuali che dobbiamo rispettare come facciamo sempre in questi casi. Ci sono giochi che esistono su altre piattaforme e continueremo a supportarli. Esistono community di giocatori. Amiamo queste community e continueremo ad investire su di esse. Anche in futuro potrebbero esserci giochi con vincoli contrattuali o legami che andremo a supportare. Se sei un cliente Xbox, si tratta di offrirti fantastici giochi esclusivi, sulle piattaforme in cui esiste il Game Pass e questo è il nostro obbiettivo. Ecco perché lo stiamo facendo. Questa è la natura della partnership che stiamo costruendo e la capacità creativa che saremo in grado di portare per gli utenti Xbox sarà la migliore di sempre quando avremo finito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.