MediaTek: il nuovo processore sarà svelato a breve, evento fissato per il 20 gennaio

MediaTek: il nuovo processore sarà svelato a breve, evento fissato per il 20 gennaio

MediaTek presenterà a breve il suo nuovo processore, per l’esattezza durante un nuovo evento annunciato per il 20 gennaio 2021.

Il produttore cinese ha confermato per l’evento con un teaser poster pubblicato sul social network weibo. Durante la presentazione saranno svelati nuovi prodotti appartenenti alla serie di processori Dimensity.

Questa particolare gamma di processori supporta i modem 5G e secondo le speculazioni che circolano in rete già da qualche mese, l’azienda dovrebbe finalmente togliere il velo a Dimensity 1200, il primo SoC realizzato con un processo produttivo a 6 nm, con prestazioni che dovrebbero garantire addirittura una potenza superiore allo Snapdragon 888 di casa Qualcomm, ponendosi dunque come alternativa per quelle aziende che vogliono puntare su costi inferiori ma ottime prestazioni.

MediaTek si è infatti ritagliata una certa notorietà per i suoi prezzi aggressivi, altamente competitivi nei confronti dei concorrenti.

Si tratta senza dubbio di un periodo florido per il mercato i chipmaker, ricordiamo infatti che proprio l’altro giorno Samsung ha presentato ufficialmente il suo

Il nuovo processore mobile è stato realizzato con un processo produttivo a 5nm EUV,  e si tratta del primo SoC proprietario dell’azienda a vantare la connettività 5G integrata.

Per annunciare il suo processore, Samsung ha adottato il nuovo hashtag #Exynos_is_back, a suggerire che l’azienda intende finalmente colmare alcuni dei passi falsi che in passato hanno minato la riuscita sul mercato della sua gamma di SoC.

Il nuovo processore di Samsung

Il nuovo processore punta quindi a rivaleggiare in maniera più netta con la serie degli Snapdragon, i quali sono stati si rivelati decisamente più efficienti in questi ultimi due anni.

Grazie al processo EUV a 5nm, il nuovo SoC riduce fino al 20% il dispendio energetico rispetto al modello precedente.

La CPU octa-core è disponibile in una struttura tri-cluster migliorata composta da un singolo core Arm Cortex-X1 più potente con frequenza massima di 2,9 GHz, tre core Cortex-A78 ad alte prestazioni e quattro Cortex-A55 ad alta efficienza energetica. Quest’ultima permette dunque di migliorare oltre la soglia del 30%  le prestazioni multi-core rispetto al precedente chip.

Le ottime notizie non finiscono qui: la presenza a bordo della GPU Arm Mali-G78 consente di raggiungere incredibili performance anche nell’ambito gaming, grazie al supporto delle più recenti API più Vulkan e OpenCL. Da quest punto di vista Samsung promette addirittura un miglioramento pari al 40% sulle applicazioni che sfruttano AR/VR o MR (Mixed Reality).

Per maggiori dettagli in merito al nuovo SoC di Samsung vi rimandiamo direttamente al nostro dettagliato articolo.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.