Arrivano altre foto di celebrità nude rubate da iCloud di Apple tra cui la “Penny” di Big Bang Theory!

Arrivano altre foto di celebrità nude rubate da iCloud di Apple tra cui la “Penny” di Big Bang Theory!

Proprio quanto le star di Hollywood e soprattutto Apple, pensavano che lo scandalo e gli enormi danni d’immagine fossero finiti, arrivano altre foto di celebrità nude rubate da iCloud, inviate dagli hacker nel corso della notte nei siti 4chan e Reddit, dove state rapidamente rimosse, non prima però che qualcuno le abbia scaricate e fatte circolare, numerose in rete.

Tra le nuove foto trapelate, troviamo nuovamente l’eroina di Hunger Games, Jennifer Lawrence, già protagonista del precedente scandalo e che si vede di nuovo implicata in questa spiacevole vicenda, mentre tra gli altri nomi troviamo la modella ed attrice Kim Kardashian, la star Disney Vanessa Hudgens e la bellissima Kaley Cuoco, la famosa Penny di Big Bang Theory.

 altre foto di celebrità nude rubate da iCloud

L’FBI è già al lavoro per individuare gli hacker che hanno trafugato le foto, apparse su internet per la prima volta circa un mese fa e trapelate dal servizio di storage online iCloud di Apple, che fin da subito ha dichiarato di essere innocente e che nessuno dei propri servizio sia stato violato, indicando inoltre che l’accesso alle foto delle celebrità sarebbe avvenuto per degli attacchi di tipo “phishing”, grazie ai quali i pirati avrebbero semplicemente ottenuto le credenziali di accesso agli account iCloud dagli ignari utenti.

Apple ha già comunque provveduto a rafforzare i sistemi di sicurezza di iCloud come segnalato nel nostro precedente articolo | Celebrità nude, Tim Cook promette nuove misure di sicurezza per evitare nuovi hack di iCloud | e questa nuova “ondata” di immagini di celebrità nude appena rilasciata è sicuramente frutto di un precedente attacco, di sicuro però il danno di immagine nei confronti di Apple non accenna a fermarsi e sicuramente iCloud non sarà più visto, in termini di sicurezza, come prima dagli utenti che sicuramente ci penseranno molto prima di utilizzare lo storage online di Apple come archivio fotografico!

Via