Apple pubblica la prima beta di iOS 14.3

Apple pubblica la prima beta di iOS 14.3

Apple ha rilasciato la prima beta del suo sistema operativo iOS 14.3, che arriva quasi simultaneamente alla pubblicazione della versione pubblica di MacOS Big Sur, di cui abbiamo parlato nel nostro articolo dedicato.

Ecco alcune delle novità che introduce la nuova beta:

  • Supporto ai file in formato ProRAW. Per chi non conoscesse questo formato, si tratta di un file a 12-bit che utilizza il formato Linear DNG per memorizzare più informazioni e una maggiore gamma dinamica. Di solito questa tipologia di file ha un peso approssimativo di circa 25 Mb.
  • App Salute: l’applicazione è stata aggiornata con una nuova funzione “Gravidanza”
  • Suggerimento delle applicazioni di terzi: al momento della configurazione dell’iPhone, questo proporrà dei suggerimenti sulle app di terze parti che potrebbe essere utile installare sul device. Questa funzione al momento funzionerà solo in alcuni mercati, ma non è ancora chiaro quali. Si tratta di una funzionalità piuttosto delicata che serve anche a sviare un po’ la pressione delle accuse su presunte pratiche anticoncorrenziali nei confronti della concorrenza.
  • Supporto ai nuovi controller: la nuova build introduce ufficialmente il supporto ai nuovi controller, tra i quali anche DualSense di PlayStation 5 e quello proprietario di Amazon per il servizio Luna, attualmente disponibile negli Stati Uniti.
  • Motore di ricerca predefinito: aggiunto tra i motori di ricerca il browser di Ecosia, che si unisce a quelli attualmente già disponibili come Google Yahoo, Bing e DuckDuckGo.
  • App Casa: è prevista una nuova notifica che segnala la disponibilità di un aggiornamento per un accessorio.
  • Cardio Fitness: in arrivo la funzione Cardio Fitness di Apple Watch. Si tratta di un indicatore dello stato di salute di salute
  • Supporto ai tracker: Apple sta iniziando a gettare le basi per la compatibilità agli accessori per il tracking , sia quelli di terze parti, sia agli AirTags sviluppati in prima persona da Apple. Nello specifico, il codice della beta nasconde dei riferimenti con video e immagini che svelano il processo di configurazione degli accessori.

Va detto che al momento gli AirTag sono prevalentemente oggetto di speculazione, manca ancora una presentazione ufficiale, ma a questo punto ci aspettiamo delle novità previste per l’immediato futuro.

Sempre nel codice della beta, si fanno riferimenti anche a Fitness+, altra funzione che Apple ha annunciato da tempo e che dovrebbe giungere sui device della mela entro la fine dell’anno. In Italia sappiamo già che inizialmente non sarà una funzione disponibile, ma potrebbe arrivare in una fase successiva.

Ovviamente continueremo a seguire eventuali aggiornamenti in arrivo da parte di Apple.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.