Apple introduce il “periodo di grazia” per gli abbonamenti

Apple introduce il “periodo di grazia” per gli abbonamenti

Un po’ d’indulgenza non fa mai male, e pare che Apple intenda seguire questa filosofia con i suoi abbonamenti grazie all’introduzione del cosiddetto “periodo di grazia”.

Si tratta di una nuova opzione automatica che si attiverà su tutte le applicazioni che offrono servizi a sottoscrizione mensile, nel momento in cui l’utente in questione non rinnoverà immediatamente l’abbonamento. Grazie a questa nuova funzione gli utenti che non hanno rinnovato la loro rata potranno continuare ad utilizzare il servizio per la durata variabile in base al tipo di sottoscrizione.

Il periodo di grazia ha una durata di 6 giorni per le app con abbonamento a rinnovo settimanale, mentre per tutti gli altri (da mensile ad annuale) è di 16 giorni. Durante questo periodo Apple avviserà l’utente per cercare di ottenere il contributo mensile che gli spetta.

Una mossa che quindi dovrebbe favorire anche gli utenti, ma secondo l’azienda a guadagnarci saranno soprattutto gli sviluppatori, poiché l’utente verrà non solo stimolato a rinnovare, ma potrà proseguire la visione senza interruzioni anche dopo la scadenza.

Bisogna intanto specificare che l’opzione al momento resta una prerogativa degli sviluppatori, i quali avranno la possibilità di attivarla oppure no. E secondo alcuni esperti del settore, l’implementazione di questa feature richiederebbe anche ingenti quantità di lavoro, cosa che potrebbe creare un disinteresse negli sviluppatori ad istituirla nelle loro applicazioni.

Il rischio insomma, è che diventi soprattutto una feature più legata alle applicazioni proprietarie di Apple, che stanno puntando sempre di più sui servizi, e poco incisiva nelle applicazioni terze parti.

Fonte

Commenti Facebook