Xiaomi, Huawei e OPPO costretti ad adottare schermi mini LED per colpa di Apple

Xiaomi, Huawei e OPPO costretti ad adottare schermi mini LED per colpa di Apple

Xiaomi, Huawei ed Oppo sono soltanto alcuni dei maggiori produttori di smartphone cinesi che anche nel nostro paese hanno avuto un successo enorme. I loro smartphone sono diffusissimi, in particolar modo per Huawei ci si attende poi un 2018 eccezionale. Sempre più produttori hanno poi scelto di abbandonare gli schermi LCD in favore di nuove soluzioni OLED che sono ritenute di gran lunga migliori per resa e qualità generale. Purtroppo però a causa di Apple le scorte di pannelli OLED mancano e queste compagnie sono state costrette a trovare soluzioni diverse. Per il prossimo anno saranno utilizzati per i futuri top gamma nuovi pannelli mini LED.

Il mini LED è l’alternativa migliore all’OLED?

iphone x
iphone x

Finché Apple era fuori dai giochi si poteva ambire a schermi Samsung OLED di varie dimensioni ed impegnare quindi il produttore sudcoreano alla produzione di questi pannelli. Con l’arrivo di Apple ed i suoi ordini per iPhone X le cose sono cambiate. Samsung non ha spazio da dedicare agli altri ed addirittura la compagnia sembra produrre molti più pannelli OLED per la casa californiana che per se stessa. Gli ordini di iPhone X sono alle stelle ed anche per il prossimo anno è prevista una fortissima saturazione della domanda. Come faranno quindi Xiaomi, Huawei ed OPPO a garantirsi scorte di OLED a sufficienza per i propri prodotti? A quanto pare non lo faranno.

Secondo quanto emerso di recente sembra che i produttori cinesi si siano affidati a produttori di terze parti che dovrebbero realizzare nuovi schermi mini LED che andrebbero ad apportare numerose migliorie rispetto i tradizionali schermi LCD. Tra queste compagnie dovrebbe spiccare Epistar, uno dei più grandi produttori taiwanesi di schermi mini LED. Proprio il passaggio di Apple all’OLED potrebbe quindi essere la fortuna di Epistar che nel 2018 dovrebbe veder accrescere i suoi introiti in maniera sproporzionata.