Together Price, il portate tutto italiano per la condivisione di account si rinnova

Together Price, il portate tutto italiano per la condivisione di account si rinnova

Together Price rinnova il proprio portale al quale a breve giro si affiancheranno le app Android ed iOS: il portale tutto italiano di condivisione di account quali Netflix e NOW TV per film e serie tv e Spotify ​e Google Play Music​ e molto altri ancora, del quale avevamo già proposto una recensione tempo fa, si rinnova completamente nello stile introducendo anche interessanti novità.

In un periodo tecnologico segnato dalla ricerca di condivisione come i passaggi in auto tra sconosciuti od il subaffitto del divano, i ragazzi italiani di Together Price hanno pensato che anche per i sempre più numerosi abbonamenti a servizi quali Netflix, NOW TV, Spotify e tanti altri ancora, la condivisione potesse essere il giusto mezzo per dividere le spese con altre persone.

Come funziona Together Price

Non sempre infatti è semplice accordarsi per trovare la a persona fidata con cui dividere la voglia di utilizzare un servizio ed organizzare la raccolta delle quote, i giorni del mese per farlo, contattare chi ancora non ha versato la propria parte, scegliere a chi intestare l’abbonamento, ritrovarsi per versare le somme e ricordare magari di rinnovare l’account, e qui interviene proprio Together Price​, che aiuta nelle gestione dell’interna condivisione e che da poco si è completamente rinnovata.

Questa nuova versione permette anche ai meno appassionati di tecnologia, di gestire in modo semplice tutte le fasi della condivisione, partendo dalla possibilità di formare il gruppo​, comunicare con tutti via live chat e raccogliere le quote sul portafoglio digitale. Together Price​ vanta già qualcosa come circa 130.000 utenti iscritti e più di 4.500 gruppi di condivisione aperti in meno di 1 anno e mezzo, permettendo loro di risparmiare fino al 75% sul costo di piani multi account dividendo equamente una spesa comune.

Non solo Netflix e Spotify​, ma anche Office 365​, Avira Antivirus​, Kaspersky, XBOX Live​, Steam e la nuova piattaforma lanciata da Youtube che con Youtube Premium ​permette di avere film, serie tv e musica in un solo abbonamento. Su Together Price è possibile condividere ​seguendo due percorsi distinti e diversi ​come Admin se si sceglie di cliccare su “crea” mettendo a disposizione il proprio abbonamento oppure come Joiner cliccando su “partecipa” se si vuole entrare in una condivisione già attiva.

Admin e Joiner

Gli Admin potranno creare una condivisione​ inserendo la tipologia del servizio, il prezzo e il numero di posti disponibili. Per i Joiner invece sarà sufficiente cercare il servizio a cui si
è interessati, inviare una richiesta di partecipazione all’admin e, una volta accettati, si potrà inviare la quota tramite carta Mastercard ​o Visa​.

Affidabilità prima di tutto

Per entrambi verrà poi calcolato nel tempo un indice di affidabilità, già presente nella vecchia versione ma ora ampliato e si arricchisce di nuove feature: attraverso un sistema di controllo dati, Together Price verifica l’affidabilità degli utenti e la misura con un livello di “Trust” che varia da 0 a 100% e che cresce nel tempo attraverso due fattori: le “Missioni” ​e gli “Obiettivi”​, una delle novità più
significative di questa nuova versione.

Missioni ed Obiettivi

Le “Missioni” sono le azioni che l’utente può compiere per aumentare il suo livello di trust: verifica dell’e-mail o del numero di telefono, inserimento della foto profilo e dei dati
anagrafici, la verifica dei social network e se utilizza Hype o N26 per il trasferimento dei pagamenti.
Gli “Obiettivi” ​invece sono i traguardi che l’utente raggiunge: tempo di permanenza sulla piattaforma, recensioni ricevute, valutazioni del suo comportamento all’interno delle condivisioni.

Together Price punta a diventare sempre più social network e permette agli utenti non solo di condividere per risparmiare, ma di condividere un’esperienza
stimolandoli ad entrare in connessione anche per scambiarsi pareri e suggerimenti sui servizi condivisi. Come fossero richieste di amicizia sui social, l’utente può inoltre inviare e ricevere richieste di collegamento ad altri utenti per visualizzare e partecipare alle condivisioni aperte. E per i più diffidenti, è possibile creare la propria rete di contatti​, una platea fidata ​e ristretta composta dai solo amici di Facebook, dai contatti della rubrica telefonica o quelli della mail, lasciando, così, alla porta qualsiasi sfiducia.

Pronti a provare il nuovo Together Price e condividere un abbonamento risparmiando così fino al 75% del suo costo?