Siti web a rischio, Cloudflare si scusa con gli utenti

Siti web a rischio, Cloudflare si scusa con gli utenti

A causa di un bug relativo alla sicurezza Cloudflare ha esposto alla rete tutti i dati sensibili di diversi siti web e di clienti per mesi. Si tratta di un problema scoperto di recente che, sebbene già risolto, mette a rischio i sopracitati siti per il lasso di tempo in cui le informazioni sono state alla mercé del web. Nello specifico, abbiamo a che fare con una falla piuttosto grave, per questo gli ingegneri si sono messi subito all’opera per arginarla.

Siti web a rischio, Cloudflare si scusa con gli utenti

Prima di proseguire però spieghiamo cosa sia Cloudflare, visto che non tutti potrebbero conoscere il servizio. Si tratta di un caching reverse proxy che si interpone tra il sito che vogliamo raggiungere ed il visitatore. Senza questo servizio la connessione tra l’utente che naviga ed il sito stesso sarebbe diretta. Con Cloudflare i vantaggi sono molteplici: in primis i vari host si assicurano una protezione maggiore dei dati visto che il visitatore prima di avere accesso al sito viene “scansionato”, e poi c’è da dire che l’internauta riesce ad ottenere un accesso ai contenuti più veloce grazie alla presenza di una cache.

Purtroppo, a causa di un bug, proprio la”memoria virtuale” del servizio è stata esposta per troppo tempo alla rete, e nei vari motori di ricerca potrebbero ‘ristagnare’ dei residui di dati sensibili sia delle webpage sia degli utenti. Per questo motivo la società sul suo blog ufficiale si scusa per il problema e chiede a tutti di cambiare ogni tipo di credenziale, anche se il pericolo è ormai scongiurato. Con la sicurezza informatica non si scherza.