Sempre meno Facebook per gli utenti nel mondo. Uno su quattro ha rimosso l’applicazione

Sempre meno Facebook per gli utenti nel mondo. Uno su quattro ha rimosso l’applicazione

Dopo lo scandalo Cambridge Analytica,  sembra che Facebook abbia subito una certa flessione relativa agli utenti e al loro utilizzo dell’applicazione. Un duro colpo per la piattaforma social che ha visto un considerevole calo di utilizzo da parte degli utenti. Nonostante le dannose implicazioni dello scandalo sulla privacy, i dati sembravano mostrare che gli utenti continuavano ad utilizzate il social network , ma dopo alcuni mesi la situazione sembra essere cambiata.

In un recente sondaggio pubblicato da Pew Research Center, sembra che le persone si stiano prendendo una pausa da Facebook e stiano anche cancellando l’applicazione dai loro smartphone (sebbene questo non significhi che non usino il social in versione web).

Lo studio condotto su un campione di circa 5000 persone statunitensi dai 18 anni in su, rivela che tra il 29 maggio e l’11 giugno, il 26% degli intervistati aveva rimosso l’applicazione Facebook dai propri smartphone. Afferma inoltre che solo il 9% ha deciso di scaricare tutte le informazioni personali caricate sulla piattaforma, mentre il 54% ha modificato le impostazioni sulla privacy e il 42% ha preso una pausa di più settimane dalla piattaforma.

Tra quelli che hanno cancellato l’app, il 44% ha un’età compresa tra i 18 e i 29 anni, il 20% tra i 50 e i 64 anni e il 12% sono tutti over 65.

Sebbene lo studio sia solo prettamente sul popolo americano e su un numero non considerevole, mostra comunque dei dati interessanti se considerati su una scala più ampia e nei diversi mercati. Sicuramente anche in Italia c’è stata una piccola flessione, ma i ben 2,2 miliardi di utenti inscritti a Facebook, sono ancora un numero impressionante per cominciare a pensare al declino del più grande social del mondo.

Anche voi avete preso una pausa dall’utilizzo del social?