Project XCloud sfida Stadia: nel 2020 su Windows 10

Project XCloud sfida Stadia: nel 2020 su Windows 10

Microsoft è pronta a lanciare il suo guanto di sfida a Google Stadia con il suo servizio di cloud gaming dal nome ancora provvisorio Project XCloud.

Il servizio, che attualmente è ancora in fase beta in una cerchia ristretta di paesi sta dando ottimi risultati e Microsoft ha annunciato in occasione dell’X019 tenutosi a Londra di voler espandere nel 2020 la preview di Project xCloud in altri mercati, inclusi Canada, India, Giappone ed Europa occidentale.

E sempre nel 2020 il colosso di Redmond intende proporre il suo servizio ad un numero ancora maggiore di utenti, allargando la preview anche sui dispositivi con a bordo un sistema operativo Windows 10. Per questo motivo l’azienda sta stringendo accorti anche con i publisher, con l’obiettivo ultimo di portare entro il prossimo anno almeno una libreria iniziale composta da 50 titoli, tra i quali figureranno anche alcune release recenti come Madden NFL 20, Devil May Cry 5 e Tekken 7.

Come se non bastasse l’azienda ha espresso la volontà di voler integrare il clound gaming anche all’interno dell’abbonamento Xbox Game Pass, senza alcun costo aggiuntivo. L’obiettivo è quindi abbastanza chiaro: intensificare gli investimenti monetari nell’ambito dei servizi, unificando Project XCloud a Game Pass per offrire ai giocatori la possibilità di vivere i titoli della raccolta ovunque, e non solo su Windows 10 e Xbox One (e la futura Scarlet) ma anche sui device come smartphone e tablet.

Come ciliegina sulla torta Microsoft ha poi confermato che tra i controller supportati da Project XCloud ci sarà anche il Dualshock 4 di Playstation 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.