Lenovo potrebbe realizzare il primo vero smartphone a tutto schermo

Lenovo potrebbe realizzare il primo vero smartphone a tutto schermo

Nella notte di lunedì il vicepresidente di Lenovo, Chang Cheng, avrebbe condiviso alcuni schizzi di uno smartphone a tutto schermo caratterizzato solo da cornici sottili sul social network cinese Weibo. Secondo quanto evidenziato dagli analisti del settore, il telefono in questione potrebbe essere il prossimo Lenovo Z5, che con il suo aspect ratio potrebbe cambiare il design ormai più che scopiazzato della notch di iPhone X.

Lo schizzo del prossimo top di gamma dell’azienda giapponese segue la precedente versione illustrata da un’immagine parziale che sottolineava l’impressionante rapporto display-corpo del 95%. Il VP della società suggerisce anche che lo Z5 includerà ben quattro innovazioni tecnologiche, incluse nelle 18 brevettate. Sfortunatamente non sono stati forniti ulteriori dettagli specifici e dovremo attendere ancora prima di assistere al prodotto finale di Lenovo, in particolare su come sarà implementata la fotocamera frontale.

Lenovo Z5 sarà lo smartphone del futuro?

In confronto il Mi Mix 2, ad esempio, ha un rapporto schermo-chassis del 91.3%, uno dei più ampi del settore, ma esso richiede necessariamente un profilo nella parte superiore per ospitare la fotocamera frontale del telefono. Il Lenovo Z5 potrebbe rifarsi al Vivo Apex, che utilizza una fotocamera a scomparsa sul profilo superiore, allo scopo di ridurre le cornici al minimo, pur richiedendo ancora un profilo inferiore per nascondere i controlli del display OLED. Solo Apple, finora, ha trovato un modo efficace per evitare il profilo inferiore, ripiegando il pannello OLED al di sotto di esso.

Diverse altre tecnologie sono state introdotte negli ultimi anni per abilitare i cosiddetti design “senza cornice” sugli smartphone di ultima generazione. I sensori di impronte digitali sotto i display stanno iniziando a prendere forma, così come i sensori di prossimità ad ultrasuoni e gli auricolari piezoelettrici, come mostrato nel Xiaomi Mi Mix nel 2016.

Lenovo, il cui acquisto da 2.91 miliardi di Motorola Mobility da parte di Google è stato inferiore alle aspettative, è stato superato in casa e all’estero dai marchi locali quali Huawei, Vivo, Oppo e Xiaomi. Il colosso tecnologico è quindi alla disperata ricerca di un telefono di successo in grado di catturare l’attenzione di tutto il mondo.

Fonte: TheVerge