IPVanish VPN: il miglior servizio VPN

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.
- Advertisement -

Le VPN, o le reti private virtuali, offrono un’esperienza online più sicura nascondendo le informazioni sensibili dell’utente dagli hacker e dai fornitori dei servizi internet.

Le VPN lo fanno mascherando il vero indirizzo IP e crittografando i dati sensibili con algoritmi complessi. Tuttavia, alcune VPN lo fanno meglio di altre. Le migliori VPN forniscono anche una serie di altre funzionalità non collegate a quelle di sicurezza ma piuttosto alla possibilità di accedere a contenuti altrimenti bloccati, il tutto in base alle esigenze del singolo utente.

A seguito della pandemia e con il conseguente aumento di traffico dati da casa è giusto prendere in considerazione VPN flessibili che forniscono una protezione adeguata per l’uso sia personale che aziendale. Le VPN meglio realizzate consentono di collegare contemporaneamente numerosi dispositivi e offrono un indirizzo IP dedicato come  aggiunta ulteriore. Nel caos generale del web, dove ogni provider sostiene di avere il miglior servizio VPN, è difficile districarsi al meglio ed avere un’idea precisa.

Per questo motivo possiamo anticiparvi che una soluzione a tutto ciò esiste e si chiama IPVanish VPN,  per numerosi aspetti la migliore scelta da adoperare in questo 2021 e vi spiegheremo perché con una recensione il più possibile critica e precisa.

IPVanish VPN riesce a distinguersi in un mercato affollato di concorrenza grazie alle sue caratteristiche. Le sue circa 1.600 posizioni server rendono l’esperienza dell’utente sempre più fluida e completa. Sebbene possano sembrare meno performanti rispetto altri servizi, IPVanish compensa con connessioni illimitate simultanee ad un prezzo annuo di 44,99$ (circa 40€). IPVanish gestisce i propri server in modo autonomo, che è grande punto a favore per gli utenti focalizzati soprattutto sulla ricerca a tutti i costi di un buon livello di privacy.

IPVanish è compatibile con Windows, Mac, iOS, Android, Linux, Windows Phone e altri router, quindi funziona con molti dispositivi diversi tramite connessioni Wi-Fi, LTE, 4G e 3G. Si potranno avere fino a 10 connessioni simultanee, una possibilità di grande valore perché significa che sarà possibile guardare sport sul  tablet, film in streaming sul computer, utilizzare Whatsapp sul telefono e tantissime altre azioni comodamente da dispositivi diversi. In un’unica soluzione.

IPVanish
L’interfaccia è molto intuitiva.

IPVanish registrerà i miei dati?

La riposta è no. IPVanish non registra i dati personali.

Cosa significa? IPVanish non raccoglierà, monitorerà o traccerà l’utilizzo del servizio e dunque le abitudini di ricerca. A differenza di altri provider, IPVanish non venderà né affitterà informazioni personali dei singoli utenti a terze parti. Tutto ciò che serve per cominciare a navigare in piena sicurezza è un indirizzo mail ed un metodo di pagamento valido.

Ci sono, comunque, dei dati che vengono monitorati al fine di miglioramento dell’esperienza complessiva. Questi sono, nel particolare:

  • Richieste di determinate pagine
  • Tipo di browser
  • Sistema operativo
  • Ping della connessione
  • Tempo medio trascorso sul sito

Raccolgono questi dati utilizzando cookies e tecnologie simili, come Google Analytics. A seconda del browser utilizzato, in genere è possibile disattivare l’utilizzo dei cookie o almeno specificare le impostazioni dei cookie, di conseguenza anche questo risulterà in un’esperienza completamente personalizzabile. La politica di IPVanish è quella dello “zero-log” in funzione dell’integrità dell’utente.

IPVanish possiede un interruttore Kill Switch?

La risposta è sì. La funzione kill switch è impostata per proteggere l’indirizzo IP dell’utente per prevenire leak o errori sistemici. Se un servizio VPN non ha questa funzione, l’indirizzo IP sarà temporaneamente esposto se si perde la connessione alla propria rete, risultando in problemi futuri non trascurabili. Quindi il kill switch automatico chiuderà tutti i  browser in quel momento in utilizzo e taglierà l’utente da Internet finché la connessione VPN non sarà ristabilita.

Cos’è un Kill Switch?

Un kill switch Internet è un concetto di contromisura di attivazione di un singolo meccanismo di spegnimento per tutto il traffico Internet. Il concetto alla base di avere un kill switch si basa sulla creazione di un singolo punto di controllo (i.e. uno switch) per una singola autorità in grado di controllare o spegnere Internet al fine di proteggere lui o i suoi utenti.

IPVanish

Inoltre, con IPVanish è possibile connettersi esclusivamente a Internet attraverso la loro rete o si può attuale il metodo “tunnel split.” Questo consente di connettersi a un’altra rete durante l’utilizzo della VPN. Tutte queste VPN rallenteranno la velocità di Internet e comprometteranno un po’ la larghezza di banda. Ma con il tunnelling si potrà generare una migliore esperienza dell’utente.

Qual è la crittografia di IPVanish?

La crittografia è fondamentalmente il codice che maschera i dati dell’utente mentre si sta navigando per il web. I dati non cifrati possono essere letti da chiunque semplicemente utilizzando un pc ma i dati criptati da un codice di alta qualità avrebbero bisogno di un hacker esperto per essere interpretati: ecco perché, nel caso di una VPN, parliamo di una caratteristicha fondamentale.

IPVanish utilizzato la crittografia AES-256, che la crittografia migliore presente sul mercato. IPVanish offre anche vari protocolli che soddisfano esigenze diverse. I protocolli determinano come i dati vengono inoltrati dal dispositivo al servizio VPN, rappresentando difatti il modo complessivo in cui la VPN funzionerà.

Esistono diverse opzioni.

  • IPSec (Internet Protocol Security): IPSec crittografa i pacchetti IP per il trasporto e il tunneling: potrebbe essere paragonato ad una maschera che le persone possono usare per nascondere la loro identità. IPSec è disponibile per la maggior parte dei computer e dispositivi mobili. Ma attenzione: IPSec non definisce un particolare algoritmo di crittografia o una funzione di autenticazione da sola, il che significa che non è la connessione più sicura se non è abbinata ad altri protocolli che lo fanno. IPSec fornisce solo il quadro per un trasporto sicuro.
  • IKEv2 (Internet Key Exchange Protocol Version 2): IKEv2 è un protocollo che viene creato tramite IPSec e configura il modo in cui i pacchetti IP sono crittografati. IKEv2 ristabilisce automaticamente la connessione VPN in caso di disconnessione. Questo è ottimo per gli utenti che utilizzano dispositivi mobili e che possono trovarsi a switchare tra Wi-Fi e reti cellulari velocemente. Con IKEv2 e IPSec insieme, è più probabile che il proprio IP sia protetto.
  • L2TP (Layer 2 Tunneling Protocol): L2TP in realtà non crittografa. Permette infatti di creare solo il tunnel per i dati affinché essi viaggino. Per scopi di crittografia, si combina con IPSec, che è responsabile per la crittografia, la sicurezza del canale e per i controlli di integrità dei dati. Le connessioni L2TP/IPSec sono molto sicure e funzionano bene con la maggior parte dei dispositivi mobili. Tuttavia, questo protocollo può essere difficile da configurare per un router.
  • OpenVPN:  Questo protocollo è un “protocollo open source”, il che significa che è un po’ come Wikipedia. Gli utenti che fanno parte della comunità possono modificare il codice per aumentare la sicurezza. OpenVPN è uno dei protocolli più popolari e affidabili questo perché è veloce e incredibilmente sicuro; può bypassare i firewall ed è altamente configurabile. OpenVPN funziona con Windows, macOS, Linux, Android, iOS, router e altri dispositivi.
  • TCP:  OpenVPN e TCP insieme creano la connessione VPN più popolare e più affidabile. La correzione degli errori di TCP impedisce che i pacchetti di dati vengano persi mentre viaggiano da un posto all’altro.
  • UDP: OpenVPN e UDP operano molto più velocemente di una connessione OpenVPN/TCP perché non c’è correzione di errore con questo protocollo. UDP invia solo i pacchetti di errore ma non li organizza. Molti gamer  utilizzano OpenVPN/ UDP perché la velocità è più appropriata per le loro esigenze.

IPVanish

Per quanto riguarda le performance e soprattutto la velocità, IPVanish si comporta egregiamente.

Mentre ogni VPN rallenta la propria connessione, IPVanish fa un ottimo lavoro nel mantenere la massima velocità possibile. Il tempo di ping se messo in relazione ad una connessione media, scenderà in media solo del 14% (mentre il calo medio è del 32% tra le altre VPN). E anche la velocità di download e upload si rivelerà essere meritevole di attenzione. E per quanto riguarda il DNS? Ricordiamo che il DNS, o Domain Name Server, è l’indirizzo che si digita quando si  va su un sito web, come gmail.com. Fondamentalmente il DNS prende un indirizzo IP e lo mette in una sequenza alfabetica. Per gli utilizzatori diVPN, i DNS privati sono utilizzati per la sicurezza: IPVanish si comporta egregiamente sia su Mac che su Windows.

Ed il customer service?

Spesso la tecnologia fallisce e quindi abbiamo bisogno di sapere con chi parlare, anche per sapere cosa non sta più funzionando al meglio sulla nostra VPN. In ognuno di questi casi, è importante che il servizio VPN che si utilizza abbia un ottimo customer service.

IPVanish ha un ottimo servizio clienti poiché sono dotati di un centralino per le chiamate, un supporto via email, una chat room attiva 24/7 ed anche una lista di FAQ molto utili.

Perché proprio IPVanish?

  • Crittografia di alta qualità.
  • Velocità di internet ottimale
  • Split tunnelling
  • La presenza del Kill Switch
  • Ottimo servizio clienti.
  • Prezzi competitivi

 

Leggi anche:

Ultimi pubblicati

Related articles

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.