Internet Explorer: l’addio definitivo nel 2022

Internet Explorer: l’addio definitivo nel 2022

Con Edge Chromium a farsi strada con successo, Microsoft ormai vuole lasciarsi alle spalle il passato per dedicarsi alla ristrutturazione del suo Windows 10, con il nuovo browser a rappresentare solo la punta dell’iceberg di una più larga operazione che coinvolgerà anche l’estetica del sistema operativo entro la fine dell’anno.

E proprio per questo motivo, Microsoft ha deciso che il prossimo elemento “obsoleto” da abbandonare è proprio il primo e storico Internet Explorer lanciato 25 anni fa. Ancora non sappiamo se il browser continuerà ad essere disponibile sui sistemi operativi, ma intanto abbiamo la conferma che a partire dal 15 giugno 2022 il supporto cesserà su tutte le principali versioni di Windows 10 e questo significa anche maggior vulnerabilità dal punto di vista della sicurezza.

A partire dal 17 agosto di quest’anno Internet Explorer non sarà più indicato come compatibile per l’utilizzo di vari servizi Microsoft come OneDrive per salvare i file online e Outlook per la posta elettronica, ma soprattutto Office. Si tratta di una pratica che Microsoft aveva già adottato con Team, stimolando gli utenti a passare da Explorer a Edge.

Edge in ogni caso è a sua volta già ritenuto obsoleto da Microsoft, che sta invece puntando su Edge Chromium che, come già detto in apertura, sta godendo di una certa popolarità negli ultimi mesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.