Il primo gioco di Google Stadia che risponde direttamente al tatto è in arrivo questo agosto

Il primo gioco di Google Stadia che risponde direttamente al tatto è in arrivo questo agosto

Humankind, l’imminente gioco di strategia in uscita di Amplitude Studios’, sarà il primo gioco di Google Stadia ad avere la nuova funzionalità concentrata sul touch. Quest’ultimo è previsto per l’uscita il  17 agosto, secondo 9to5Google e confermato da Google. Il “direct touch” è stato progettato con diversi ingressi multitouch  proprio come un gioco tradizionale per telefono. La vera rivoluzione risiede nel fatto che in precedenza, per giocare ad un titolo Stadia, occorreva un controller Bluetooth o un gamepad a sovrapposizione.

Gli screenshot che Google condiviso restituiscono una buona idea di come giocare con la funzione di tocco diretto in Humankind. Un singolo tap seleziona gli oggetti del gioco, tenendo invece premuto un dito verso il basso è possibile osservare il contenuto delle anteprime, la pressione di due dita cancella, trascinando le dita in giro ci si può spostare nella visualizzazione in-game, e tre dita impostano il menu di pausa.

Google Stadia

Il gioco sarà anche caratterizzato dalla funzione State Share di Google Stadia, che consente ad un amico di riprendere da dove si era interrotto il gioco semplicemente condividendo uno screenshot o un video clip con loro. Nel caso di Humankind, che permette anche di utilizzare una funzione chiamata “Leave Your Mark” (in cui si lascia giocare il proprio amico attraverso il proprio mondo) che permette di trovare le rovine della vostra civiltà, e confrontare i risultati rispetto il proprio mentre si gioca.

Google Stadia

Utilizzare il tocco diretto piuttosto che un controller per un gioco di strategia a turni 4X come Humankind ha perfettamente senso, se non altro perché offrire un supporto soddisfacente al controller è abbastanza complesso. I giochi di strategia richiedono la navigazione di menu complicati e soprattutto richiedono una certa precisione quando si schierano truppe o si costruiscono strutture. Si può chiaramente sostituire il mouse con lo stick di un controller, ma mancherà un po’ della finezza che si sarebbe potuta avere attraverso l’utilizzo del mouse. Ecco perché le versioni  per console di serie strategiche come Civilization Revolution sono così amate: spogliano un gioco fino ai suoi elementi principali e semplificano le cose in modo da poter giocare anche con un controller o un touchpad.

Google Stadia

I controlli touch sono dotati di una potenziale sfida in più per un servizio di giochi in streaming come Google Stadia, poiché presentano potenziali problemi di latenza. Con il tocco, potremmo aspettarci risposte ancora più immediate rispetto che con un controller, elemento che non è sempre possibile con le connessioni più lente. Google non ha reso noto se è stato necessario apportare modifiche per impostare al meglio il tocco diretto al fronte di problemi di latenza piuttosto noti.

Direct Touch è stato individuato all’inizio di quest’anno in un aggiornamento per l’applicazione Google Stadia su Android, e ancora non è del tutto chiaro ciò che l’implementazione del nuovo metodo di input comporta. Google dice che l’uso in Humankind del direct touch è personalizzato e che la funzione dovrebbe rendere più semplice realizzare i giochi per Stadia pur mantenendo gli stessi schemi di controllo.

Leggi anche: