Il mio telefono mi ascolta? E cosa dovrei fare?

Hai mai notato che gli tuoi annunci su Facebook o su altri siti web cambiano dopo che hai menzionato qualcosa in una conversazione? Come quella volta che stavi discutendo di un viaggio al mare e hai iniziato a vedere annunci di creme solari. È una coincidenza o i nostri telefoni ci ascoltano?

È vero che il mio telefono mi ascolta?

Nel 2011, Apple ha introdotto Siri, il primo assistente virtuale progettato per iPhone. Ha aperto la strada ad Alexa, Cortana, Google Assistant e molti altri. Ascoltano la tua voce tutto il tempo e, dopo aver attivato un particolare comando, ti riconoscono in modo da poter effettuare chiamate, inviare messaggi, fare domande e controllare il tuo dispositivo.

Il nostro telefono ci ascolta attraverso il microfono integrato nel dispositivo e lo fa continuamente per poter sentire il nostro comando vocale e assisterci. Tuttavia, le cose non sono così semplici.

Apple seleziona casualmente una piccola parte delle conversazioni degli utenti con Siri per analizzarle e vedere come possono migliorare la qualità del loro servizio. Nel 2019, un rapporto ha rivelato che Siri potrebbe a volte essere attivato per errore e registrare questioni private, come le persone che fanno sesso, discutono di affari e persino parlano con i loro medici, tutte cose che potrebbero poi essere passate ai contraenti responsabili dell’analisi delle registrazioni vocali.

Apple si è scusata con i suoi utenti e ha promesso di migliorare le sue politiche e le impostazioni predefinite. Ma il caso di Siri non è un’eccezione, dato che Alexa di Amazon e Google Assistant stanno usando sistemi simili e impostazioni predefinite, secondo la ricerca NordVPN.

Perché il mio telefono mi ascolta?

Quando si chiede a Google Assistant o Siri di trovare qualcosa, queste informazioni vengono utilizzate per annunci mirati. Non è diverso dal digitare qualcosa in Google Search. Se stai cercando concessionarie d’auto nella tua città, gli annunci correlati inizieranno a inseguirti attraverso internet.

In un certo senso, un assistente virtuale è solo un altro motore di ricerca.

Un servizio VPN ti darà sicuramente più privacy quando usi il tuo telefono. Cifrerà il tuo traffico e nasconderà il tuo IP. Puoi facilmente installare l’applicazione su dispositivi desktop e mobili e usarla su tutti contemporaneamente e proteggere così le tue conversazioni.

Ascoltarmi a mia insaputa è legale?

Quando usi un assistente virtuale, accetti i termini e le condizioni del fornitore del servizio. E se hai dato il tuo consenso nelle impostazioni di Google Assistant, per esempio, è legale tracciare le tue conversazioni con Google Assistant, Siri o Alexa per scopi di marketing.

 

Diventa illegale solo se un’app ti spia senza il tuo consenso. Ecco perché è essenziale rivedere le autorizzazioni che stai dando a servizi specifici e conoscere i modi in cui il tuo telefono ti sta tracciando. Se l’editor di foto che hai appena scaricato ti chiede di accedere al tuo microfono, consideralo sospetto, perché può registrare la tua voce in background e utilizzare queste informazioni per scopi malevoli.

 

Come fare in modo che il mio telefono smetta di ascoltarmi

Un assistente virtuale è solo un’altra funzione del tuo smartphone, altoparlante, orologio o altri dispositivi. Se non lo usi o ti senti insicuro, puoi disabilitarlo.

Come disattivare il microfono su iPhone e dispositivi Android

Come disattivare “Hey Siri” su iOS:

  • Vai su Impostazioni > Siri e ricerca.
  • Disattiva Ascolta “Ehi Siri”, Premi il pulsante laterale per Siri e Consenti Siri quando è bloccato.
  • Tocca su Disattiva Siri nel pop-up.

Come disabilitare “Ok Google” su Android:

  • Vai su Impostazioni.
  • Seleziona Google > Servizi Account > Ricerca, Assistente e Voce > Voce.
  • Seleziona Voice Match e disattiva Hey Google.

Altri modi per disattivare il microfono sul tuo telefono

Puoi prendere alcune misure per limitare l’attività del microfono sul tuo dispositivo.

Per esempio, puoi modificare le autorizzazioni audio per le singole app sul tuo telefono. La maggior parte delle applicazioni che utilizzano il microfono in qualche modo possono avere revocato il loro accesso nelle impostazioni. Ricorda che la rimozione dei permessi del microfono può limitare la funzionalità generale di alcune app.

C’è anche una serie di soluzioni più fisiche disponibili. Il microfono del tuo dispositivo può essere coperto, impedendogli di raccogliere o registrare efficacemente l’audio nelle vicinanze.

È possibile utilizzare piccoli adesivi e pezzi di nastro adesivo per limitare almeno in parte la portata del microfono o acquistare custodie e accessori specializzati per il telefono stesso. Tuttavia, prima di acquistare qualsiasi prodotto che pretende di bloccare i microfoni, leggi tutte le recensioni disponibili; ci sono molte opzioni al di sotto degli standard online.

Consigli per proteggere la tua privacy su uno smartphone

  • Scarica solo le app dell’assistente virtuale dagli store ufficiali. Google Assistant e Siri sono le opzioni più popolari tra gli utenti di smartphone, ma sono gli assistenti virtuali più specializzati. Alcune persone scaricano da fonti discutibili e rischiano di installare malware.
  • Rivedere i permessi delle app. Controllate le impostazioni del vostro telefono e rivedere i permessi che avete dato alle vostre app se alcune di esse possono accedere al vostro microfono senza una ragione valida.
  • Parlando di permessi delle app, ispeziona il tuo telefono per le app che non riconosci ogni tanto. A volte, se sei caduto in un attacco di phishing, hai cliccato su un link sospetto o un annuncio da qualche parte, o hai scaricato malware invece di un file legittimo da un sito web – potresti avere uno spyware sul tuo telefono.
  • Lo spyware (ad esempio applicazioni spia) e il malware a volte possono essere installati sul tuo telefono attraverso varie truffe e attacchi di phishing. E spesso, questo spyware può essere mascherato all’interno di un’app che si impone sul tuo dispositivo e funziona segretamente in background, spiando ogni tua mossa. Quindi, assicurati di controllare regolarmente la presenza di app canaglia e cancellale immediatamente.
  • Elimina la cronologia delle tue richieste vocali. Mentre Siri sostiene di non conservare la cronologia delle richieste vocali, l’Assistente Google lo fa. Se dovessi perdere il tuo telefono, un malintenzionato potrebbe estrarre i tuoi risultati di ricerca.
  • Google e altri motori di ricerca non criptati monitorano i tuoi termini di ricerca e tutti i siti web che visiti. Questi dati spesso vengono venduti agli inserzionisti che costruiscono profili dei consumatori e ti indirizzano con annunci “rilevanti”. Questo è anche noto come re-targeting.
  • Il tuo ISP conosce anche il tuo indirizzo IP e tutto ciò che fai online, il che potrebbe rivelare dettagli intimi su di te, come la tua posizione.
  • Usa una VPN. Una rete privata virtuale maschera il tuo indirizzo IP e cripta il traffico per migliorare la tua privacy. Procurati un’applicazione VPN se stai cercando un modo per stare lontano da ficcanaso e hacker. Funziona avvolgendo il tuo telefono con uno strato crittografato sicuro, mitigando i rischi di essere attaccato online.
  • Aggiorna il tuo software regolarmente. Gli hacker sfruttano le vulnerabilità note del software, mentre gli sviluppatori applicano le patch di sicurezza per essere un passo avanti. Gli aggiornamenti sono noiosi, ma migliorano immensamente la tua privacy.

Altri articoli

Come creare una postazione di smart working nella propria camera

Conosciuto, apprezzato e utilizzato come tipologia di lavoro in...

I migliori dispositivi mobili da acquistare

Vivendo oggi nell’era tecnologica, il mondo sta compiendo passi...

Giulio Stella lancia il corso SEO per le aziende con gstarseo.it

La SEO (Search Engine Optimization), è un campo in...

Minacce emergenti: come mantenere sicura la tua rete aziendale

La sicurezza delle reti è una delle sfide più...