Huawei, sotto attacco, tranquillizza i clienti sulla disponibilità delle app

Huawei, sotto attacco, tranquillizza i clienti sulla disponibilità delle app

Per Huawei non è di certo un bel periodo, continuando a prendere bastonate non solo da Donald Trump, ma anche da colossi come Facebook, che ha deciso di prendere misure dure contro la compagnia cinese, al centro dei media di tutto il mondo. Secondo quanto svelato da Reuters la società guidata da Mark Zuckerberg non permetterà più all’azienda cinese di vendere smartphone con preinstallate alcune app proprietarie, tra cui Facebook, Instagram e WhatsApp.

Huawei continua a lottare

Cara community #Huawei, vogliamo rendere chiara la situazione relativa alle app: la vostra vita-social non è a rischio. 🙂

Gepostet von Huawei Mobile am Sonntag, 9. Juni 2019

Probabilmente più che un pericolo per la sicurezza Huawei è un pericolo per le tasche statunitensi, visti i numerosi consensi acquisiti in tutto il mondo e visto anche il veloce sorpasso ai danni di Apple in termini di vendite. Un affronto che probabilmente gli USA non hanno potuto sopportare, non si è infatti mai visto nella storia un accanimento simile verso una società privata da parte di un governo. Ovviamente Trump è un uomo potente e le altre società non hanno potuto che adeguarsi a quelle che sono le normative vigenti. Ecco quindi un altro duro colpo.

Sui dispositivi Huawei non saranno più preinstallate app come Facebook, Instagram e WhatsApp, praticamente tutti i social ed i servizi di messaggistica più utilizzati al mondo. Huawei però non ci sta ed ha deciso di replicare velocemente:

“Cara community Huawei, vogliamo rendere chiara la situazione relativa alle app. Per tutti i device che sono stati venduti, che sono ora in commercio o nei magazzini, le app come Facebook, Whatsapp e Instagram potranno essere utilizzate o scaricate normalmente.”

Insomma, per ora niente di cui preoccuparsi, ma visto l’andazzo le cose non potranno che peggiorare, con tutti i danni del caso.

Commenti Facebook