Huawei pensa ai TV 8K con 5G, ma il mercato è pronto?

Huawei pensa ai TV 8K con 5G, ma il mercato è pronto?

Huawei è una delle società tecnologiche più ambiziose presenti sul mercato, complice anche l’immenso successo avuto negli ultimi anni. Nell’imminente futuro la casa cinese prevede il lancio di almeno 3 nuovi dispositivi, vale a dire Huawei Mate 30, Mate 30 Pro e Mate 30 Lite, ma la società non realizza solo smartphone, potrebbe arrivare ben presto anche un nuovo Smart TV davvero impressionante. Il mercato TV 4K sta andando bene, i contenuti iniziano ad arrivare e piattaforme come Netflix e SKY Q si stanno popolando con contenuti validi, anche se non ne sono tantissimi.

È già tempo di TV 8K

Diciamo comunque che nel prossimo futuro si entrerà per davvero nell’era 4K. Ovviamente il 4K sta andando benissimo anche in ambito videogame, e qui la menzione a  PlayStation 4 Pro e Xbox One X è obbligatoria. Delle due console però Xbox ha un forte vantaggio avendo maggiore potenza e riuscendo quindi a regalare nella maggior parte dei casi un 4K nativo piuttosto che uno upscalato. È quindi davvero necessario fare fin da subito un salto verso l’8K? Huawei ha infatti intenzione di portare sul mercato, verso la fine dell’anno, un nuovo TV non solo dotato di pannello 8K, ma capace anche di connettersi alle reti 5GHz. Grazie al modem 5G gli utenti saranno in grado di scaricare video a 360 gradi, contenuti VR e altri contenuti video velocemente, per lo più anche senza avere a disposizione una rete internet locale, come può essere una VDSL o Fibra. Insomma, le potenzialità sono davvero enormi.

Samsung ha già fatto la sua mossa, infatti i primi QLED 8K sono già in vendita e sono previsti ulteriori modelli, i costi sono però elevati e bisognerà attendere qualche anno prima che possano rientrare in un range accessibile al pubblico. La prima preoccupazione è quindi il costo della futura Huawei TV 8K aggravato anche dalla presenza del modem 5G che sicuramente darà un duro colpo agli utenti. La sua uscita comunque è prevista per la fine del 2019, vedremo nel corso dei prossimi mesi cosa salterà fuori.

Fonte | NIKKEI

Commenti Facebook