Huawei: ecco i primi smartphone che riceveranno EMUI 11

Huawei: ecco i primi smartphone che riceveranno EMUI 11

Huawei aveva già comunicato che EMUI 11 avrebbe cominciato il rollout in queste settimane, nella sua versione finale, e adesso l’azienda ha comunicato la lista dei primi smartphone che riceveranno l’update.

In totale sono 14 gli smartphone che riceveranno la nuova interfaccia basata su Android 10: Huawei P40, P40 Pro e Pro+, Mate 30 Pro, Mate Xs, P30 e versione Pro, P30 Pro New Edition, Mate 20, 20 X, Pro, 20 X 5G e Porsche Design RS, e Nova 5T.

Di questo gruppo, solo Huawei P40, P40 Pro+ e Mate 30 Pro riceveranno l’aggiornamento entro il mese di dicembre, mentre per tutti gli altri ci sarà da aspettare il 2021.

Questa nuova versione aggiornata dell’interfaccia punta soprattutto alla sicurezza, ma propone comunque delle novità legate al comparto grafico ed estetico. La nuova interfaccia inoltre, è stata ridisegnata coinvolgendo nel progetto il parere di oltre 100 esperti di psicologia e Human Factor Engineering.

L’Always On Display

Grazie alla nuova interfaccia Emui 11 adesso sarà possibile personalizzare l’Always On Display, modalità che solitamente consente di mantenere lo schermo attivo in standby, ma che segnala all’utente comunque le notifiche in arrivo e l’orario-

Sono disponibili nuove interfacce personalizzabili, tra cui la modalità Artistic ispirata allo stile delle opere di Mondrian, e nuovi temi statici e dinamici.

La personalizzazione garantita dall’Always On Display è letteralmente totale e permette di integrare foto, live photos e Gif. Le migliorie riguardano anche il menu che nella nuova interfaccia grafica consente di modificare sia lo stile che la forma dell’AOD.

MeetMe, l’app di videochiamate di Huawei

Sappiamo che Huawei sta puntando molto sul rendere globali i suoi servizi proprietari e in questa strategia rientra anche MeetMe, l’applicazione per videochiamate che consente di realizzare video con una visuale a 360°, con la possibilità creare conversazioni di gruppo utilizzando un singolo dispositivo. Ebbene, Huawei ha confermato che l’applicazione arriverà anche in Italia grazie all’assistente vocale Celia, che può richiamare l’applicazione con il comando vocale “Ehi Celia”.

L’assistente vocale di Huawei può inoltre controllare la riproduzione multimediale, strumenti come timer, la sveglia e il calendario, tradurre da una lingua all’altra, effettuare la scansione delle calorie e svolgere molte altre funzioni, come  effettuare una chiamata, inviare un messaggio o cercare in rete.

Multi screen Collaboration

Multi screen Collaboration permette di effettuare un mirroring wireless dello schermo del telefono su un PC Huawei tramite il programma PC Manager.

In questa versione aggiornata gli utenti potranno avviare fino a  tre finestre separate. Una nuova funzione inoltre permette di riconoscere il testo all’interno di foto scattate con lo smartphone.

Si rinnova l’app Galleria

Quanto all’applicazione Galleria, ci sono delle novità che permettono di creare una categorizzazione automatica per mezzo della AI avviene completamente on-device. E’ anche possibile bloccare un album per renderlo inaccessibile dalle app esterne (ad esempio non verrà visto dal file manager o dalle app social), garantendo quindi una maggior privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.