Google Stadia chiude i battenti, arrivano i rimborsi

Google Stadia è ufficialmente un fallimento.

Sul blog ufficiale la società ha comunicato che nel mese di gennaio chiuderà il servizio di cloud gaming, con la promessa che gli utenti riceveranno i rimborsi su tutti i loro acquisiti sia hardware che software.

Ecco il messaggio:

“Sebbene l’approccio di Stadia ai giochi in streaming per i consumatori sia stato costruito su una solida base tecnologica, non ha guadagnato la trazione con gli utenti che ci aspettavamo, quindi abbiamo preso la difficile decisione di iniziare a chiudere il nostro servizio di streaming Stadia. Siamo grati ai giocatori dedicati di Stadia che sono stati con noi dall’inizio. Rimborseremo tutti gli acquisti di hardware Stadia effettuati tramite Google Store e tutti gli acquisti di giochi e contenuti aggiuntivi effettuati tramite lo Store Stadia. I giocatori continueranno ad avere accesso alla loro libreria di giochi e a giocare fino al 18 gennaio 2023 in modo da poter completare le sessioni di gioco finali. Prevediamo che la maggior parte dei rimborsi sarà completata entro metà gennaio 2023”.

I rimborsi coinvolgeranno l’hardware Stadia come i controller, Founders Edition, Premiere Edition e pacchetti Play and Watch con Google TV. Per quanto riguarda le transazioni software si considerano i giochi e l’acquisto di componenti aggiuntivi effettuati tramite il negozio di Stadia.

Ulteriore buona notizia è che tutto l’hardware acquistato nel corso di questi mesi, quindi anche le Chromecast 4K e i controller inclusi nei pacchetti venduti da Google, non dovranno essere restituiti alla società, ma resteranno agli utenti.

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa