Google Pixel 2 XL sta per ricevere una patch per fixare l’ultimo bug rilevato

Google Pixel 2 XL sta per ricevere una patch per fixare l’ultimo bug rilevato

Con l’ultimissimo aggiornamento che ha portato le patch di sicurezza di giugno 2018 il Google Pixel 2 XL si è aggiudicato un nuovissimo bug. Fin dall’uscita dei prodotti non si è fatto altro che parlare dei numerosi problemi che hanno colpito i dispositivi e quest’ultimo è quindi soltanto uno dei tanti emersi.

Fortunatamente nulla di grave, si parla di una particolare lentezza nel risveglio dello schermo quando gli utenti vanno a disattivare l’Always On Display. Come accennato in precedenza questo problema va a manifestarsi quando l’utente va a disattivare l’AOD. Per qualche strano motivo lo schermo da quel preciso istante inizia a subire strani rallentamenti quando si va a pigiare un tasto per risvegliarlo. Google ha trovato il problema ed ora un fix è in arrivo.

Google Pixel 2 XL, in arrivo una nuova patch risolutiva

Google Pixel 2 XL

Google ha pubblicato direttamente un nuovo aggiornamento di stato in cui comunica quanto segue:

“Ciao a tutti,
Siamo consapevoli che alcuni utenti con un Google Pixel 2 XL stanno affrontando diverse problematiche in merito al risveglio dello smartphone. Abbiamo ora individuato una soluzione che verrà messa in atto nelle prossime settimane. Per il momento è possibile risolvere impostando l’Ambient Display su “Sempre acceso”.”

Per ora quindi questa è la soluzione. La patch risolutiva non dovrebbe tardare ad arrivare, quindi tenete sotto controllo gli aggiornamenti software sul vostro dispositivo.

Osservando le caratteristiche della scheda tecnica Google Pixel 2 XL possiamo capire fin da subito che questo smartphone con Sistema Operativo Android 8.0 Oreo offre…