Exynos 9820, ecco alcuni dettagli da Samsung

Exynos 9820, ecco alcuni dettagli da Samsung

In vista del lancio di Samsung Galaxy S10, Samsung entra più nel dettaglio del prossimo processore di casa, Exynos 9820.

Come avviene per ogni nuovo modello delle serie S, Samsung è solita rilasciare anche un nuovo modello di processore che andrà ad affinacare il nuovo smartphone di turno. In questo caso parliamo di Samsung Galaxy S10 e di Exynos 9820; sarà questo il chipset ad essere installato nel futuro top di gamma e debutteranno entrambi tra circa un mese al prossimo MWC. Samsung ha annunciato l’Exynos 9820 a novembre dello scorso anno e ora, tramite un articlo pubblicato sul proprio Newsroom, ne spiega più a fondo le varie funzionalità del chip.

Funzionalità dettagliate di Exynos 9820

Come previsto, la prima cosa che Samsung sta evidenziando è l’unità di elaborazione neurale dedicata (NPU) integrata che fornisce capacità di apprendimento approfondita pur consumando meno energia e aiuterà il Galaxy S10 ad eseguire funzioni relative all’IA con una velocità sette volte maggiore rispetto all’attuale Exynos 9810. L’NPU consentirà inoltre al Galaxy S10 di svolgere attività AI con latenza più bassa, migliore efficienza energetica e maggiore sicurezza rispetto all’utilizzo del cloud. 

Le migliorie saranno ovunque, come servizi di assistenza personale (Bixby risponderà ai comandi vocali in modo più immediato), la realtà aumentata e le funzioni avanzate della fotocamera. In merito a questo Samsung sostiene che Exynos 9820 alimenterà fino a cinque sensori di fotocamere (contro i quattro del 9810), un piccolo suggerimento che conferma cosa troveremo sui nuovi Galaxy S10: tripla fotocamera nel posteriore e doppio sensore per l’anteriore, almeno su due dei primi tre modelli previsti. 

In ambito video, si potrebbe arrivare ad avere la possibilità di registrare i primi video in 8K, anche se le varianti americane con lo Snapdragon 855 non supporterebbero questo formato e quindi sarebbe una disparità di trattamento tra i modelli con Exynos e quelli son Qualcomm, ma lo vedremo. 

Altri aspetti salienti di Exynos 9820 includono prestazioni single-core fino al 25% più veloci rispetto al 9810, 40% di miglioramento delle prestazioni e 35% di aumento dell’efficienza energetica per attività che richiedono GPU, oltre a una maggiore efficienza energetica in generale grazie al processo di produzione a 8nm. 

Exynos 9820 garantisce anche un’ottimizzazione della sicurezza in generale che Samsung con crittografia dei dati e delle informazioni importati, protette dall’impronta digitale.

In linea di massima queste sono le caratteristiche salienti di Exynos 9820, i più curiosi potranno approfondire l’argomento sulla pagina Samsung Newsroom dedicata al processore.

Commenti Facebook