Dal cloud al mobile: cresce il fatturato globale per le nuove frontiere del gaming

Cloud gaming e mobile gaming sono probabilmente le due chiavi della più recente evoluzione in ambito videoludico. E sono due realtà strettamente interconnesse fra loro. Contenuti snelli e fluidi, leggeri, che possano essere fruibili da diversi dispositivi, ecco qual è il trend che si sta manifestando da qualche anno a questa parte, e che promette ulteriori sviluppi futuri.

Il Cloud Gaming esiste da diverso tempo e i suoi vantaggi sono già diffusamente apprezzati a livello mondiale. Quella che sta vivendo in questo momento è una fase di transizione, in cui ancora non sono stati abbandonati i più classici metodi di gioco, ma che, contemporaneamente, offre enormi prospettive promosse anche dai giganti del mercato che per decenni hanno dominato in modo indiscusso. E, chiaramente, con l’evolversi delle tecnologie, la diffusione di connessioni sempre più performanti e maggiormente accessibili – tanto a livello territoriale quanto economico -, la sua incidenza nel settore continua la propria escalation, fino a raggiungere l’apice in alcuni specifici comparti.

L’esempio più evidente è nel mondo dell’online gambling, in cui la quasi totalità dei contenuti offerti è fruibile tramite cloud.  Un mercato che ha avuto la lungimiranza di prevedere tendenze future e investire sul loro sviluppo ancora prima che fossero parte della nostra quotidianità. Sia chiaro, senza rinunciare a quei dettagli che determinano il successo di un titolo. Perni fondamentali come lo storytelling, la grafica e gli altri elementi audiovisivi che, racconta Edward Eklund di Play’n Go in questa intervista, sono elementi imprescindibili per il divertimento e il coinvolgimento del giocatore, e si piazzano al primo posto nella lista delle priorità della software house.

Un connubio di elementi che ha portato brillanti risultati nell’epoca dominata dagli smartphone e dai dispositivi mobili, che stanno conquistando sempre più terreno, anche nel mondo del gaming che, per antonomasia, è sempre stato il regno delle console di gioco.

Secondo Statista, nel 2022 il mobile gaming ha rappresentato il 45% del fatturato del settore USA e si prevede che oltrepasserà i 100 miliardi di dollari entro il 2023. Ma le prospettive più interessanti riguardano anche altri mercati, che fino a poco tempo fa non venivano neppure presi in considerazione. Dall’America Latina all’Africa, sono moltissimi i paesi in cui lo sviluppo della tecnologia mobile ha permesso di raggiungere un numero incredibile di utenti che prima rimanevano al di fuori della nicchia di mercato.

Un’evoluzione importante sotto diversi aspetti e che sicuramente trascinerà con sé cambiamenti e ampliamenti del mercato stesso del gaming, con la pubblicazione di contenuti che si possano rivelare d’interesse anche per i nuovi mercati e che riescano a coinvolgere i giocatori di ogni angolo del globo.

Altri articoli

Come creare una postazione di smart working nella propria camera

Conosciuto, apprezzato e utilizzato come tipologia di lavoro in...

I migliori dispositivi mobili da acquistare

Vivendo oggi nell’era tecnologica, il mondo sta compiendo passi...

Giulio Stella lancia il corso SEO per le aziende con gstarseo.it

La SEO (Search Engine Optimization), è un campo in...

Minacce emergenti: come mantenere sicura la tua rete aziendale

La sicurezza delle reti è una delle sfide più...