Apple Silicon M3 e A17 Bionic: i nuovi SoC arriveranno nel 2023?

Nel 2020, il produttore di iPhone ha lanciato il suo primo Mac con Apple Silicon.

Da allora, l’azienda ha lentamente ritirato i processori Intel su tutta la linea Mac e introdotto delle versioni con chipset proprietari. Secondo nuovi report, Apple potrebbe essere la prima azienda al mondo ad adottare N3E di TSMC, un processo di fabbricazione a 3 nm. Potremmo vederne i risultati già nel 2023, quando lancerà i suoi nuovi chipset.

Secondo Nikkei, Apple potrebbe allontanarsi dalla famiglia 5nm (che include la tecnologia 4nm) quando rilascerà i chip A17 Bionic e M3, realizzati con il già citato processo produttivo a 3nm, attualmente inediti su qualsi

Per chi non ha familiarità con questa tecnologia, la dimensione menzionata in nanometri si riferisce alla larghezza tra i transistor su un chipset. Quindi più piccolo è il numero, più diventa efficiente dal punto di vista energetico e più spazio si apre per aggiungere ulteriori transistor. Spremendo più transistor nella stessa area, l’azienda potrebbe produrre dispositivi più potenti, senza dover aumentare le loro dimensioni. Tuttavia, i costi di produzione aumenterebbero di circa il 40% rispetto a quelli della famiglia 5nm e 4nm.

“Il 2023 potrebbe segnare il secondo anno consecutivo in cui Apple utilizza la tecnologia di produzione di chip più avanzata di TSMC solo per una parte della sua gamma di iPhone. Nel 2022, solo la gamma premium di iPhone 14 Pro ha adottato l’ultimo processore core A16, prodotto dalle tecnologie di processo a 4 nm di TSMC, le più avanzate attualmente disponibili. La gamma standard di iPhone 14 utilizza il vecchio A15, utilizzato nei modelli iPhone 13 e iPhone 13 Pro rilasciati nella seconda metà del 2021”.

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa