Apple produrrà un MacBook Pro “entry level”?

L’insider Mark Gurman ha recentemente dichiarato che Apple prevede di rilasciare cinque diversi modelli di Mac il prossimo anno. Questi potrebbero essere nuovi modelli di iMac ed Mac Mini, una riprogettazione del MacBook Air e due diversi MacBook Pro. La maggior parte di questi sarà probabilmente alimentata da varianti del chip Apple Silicon M2.

È interessante notare che Gurman sostiene che l’intera gamma di Apple 2022 Mac sarà alimentata da varianti di Apple Silicon M2 e chip M1X. L’anno scorso, Apple ha deciso di sostituire i chip Intel per l’Apple Silicon M1 per tutti i suoi prodotti MacBook, stravolgendone dunque la composizione effettiva e rinnovando le componenti. C’è però da dire che ha continuato a vendere modelli basati su Intel come per esempio l’iMac di edizione 2020. L’arrivo dei nuovi dispositivi M2 potrebbe segnare una rottura completa con l’hardware Intel: si tratterebbe dunque di una nuova generazione non solo di computer ma anche e soprattutto di collaborazione con la nota casa statunitense.

Gurman ha anche dichiarato che Apple prevede di far uscire sul mercato due diversi modelli di Macbook Pro. Il modello di fascia alta sarà presumibilmente caratterizzato dal processore M1X di grande potenza (e presumibilmente un costo elevato), mentre invece il modello entry level sarà dotato di una variante del chip M2. Chiarissimo è il fatto che l’Apple Silicon M2 non potrà mai essere in grado di raggiungere i livelli di potenza di GPU e CPU del chip M1X, però indubbiamente si tratta di un solido miglioramento rispetto al chip M1 del 2021.

La notizia sicuramente più importante è, secondo le parole dell’insider, quella di voler realizzare un MacBook Pro entry level, permettendo dunque ad un prezzo più contenuto l’incredibile esperienza Apple ad un prezzo budget. Al momento sono note altre dichiarazioni o altri particolari dettagli.

 

Fonte: Bloomberg, NoteBook Check

 

Leggi anche:

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa

h1, h2, h3, h4, h5, h6 { font-family: 'Roboto', sans-serif; color: #81D743; font-weight: 400; margin: 6px 0; }