Android 12: disponibile la prima developer preview

Android 12: disponibile la prima developer preview

Nelle scorse ore Google ha avviato ufficialmente la distribuzione delle prime developer preview di Android 12, che in linea con quanto già fatto in passato, al momento è disponibile in esclusiva per i device della gamma Pixel della casa di Mountain View.

Questa la lista dei device coinvolti:

Pixel 5, Pixel 4a, Pixel 4a 5G, Pixel 4, Pixel 4 XL, Pixel 3a, Pixel 3a XL, Pixel 3 e Pixel 3 XL.

La versione definitiva di questa nuova versione del sistema operativo dovrebbe giungere entro la fine del 2021 e ad anticiparla ci sarà una road map composta da tre developer preview e quattro versioni beta.

In questa prima fase ovviamente le novità sono minime e guardano soprattutto all’implementazione dei feature riservate agli sviluppatori, i quali inizieranno adesso a familiarizzare con il nuovo sistema operativo riportando eventuali feedback anche a Google.

Ecco le principali novità che introdurrà il nuovo sistema operativo di Google:

  • Le icone delle notifiche saranno allineate a destra e non più centrate
  • L’orologio sarà allineato in alto
  • I pulsanti per il logout e le informazioni dell’utente saranno mostrate in fondo nel lock screen e non in fondo nella schermata di immissione password
  • Tra le novità potrebbero esserci nuovi effetti di transizione da AOD a lock screen
  • Il layout dell’immissione della sequenza di sblocco sarà rivisto
  • Introdotte nuove opzioni di personalizzazione per l’orologio
  • I nuovi toggle rapidi per controllare altri dispositivi smart saranno accessibili direttamente dal lock screen.
  • Modificato lo slider per la luminosità, più spesso nella tendina delle notifiche
  • Altezza del separatore, margini orizzontali e padding ridotti
  • Tendina delle notifiche a due colonne

Per queste novità al momento non ci sono degli screen a confutarne la veridicità esatta, ma tutto proviene da una documentazione snocciolata dalla fonte.

Si parla anche di un non meglio specificato GameManager, probabilmente una funzione che sarà inglobata all’interno dei Play Service. Gli unici dettagli che si hanno parlano di una feature che terrà in monitoraggio la “game mode e dati correlati” anche durante il riavvio dello smartphone. E’ possibile che si tratti di una funzione che ha l’obiettivo di disattivare gli elementi di disturbo durante le sessioni di gaming, e ciò dovrebbe comprendere anche la disattivazione delle notifiche.

Prevista anche una nuova API Bluetooth che avvisa quando la batteria del proprio controller sta per esaurirsi, in modo da permettere al giocatore di pianificare in tempo la pausa per la ricarica.

Per gli utenti fotosensibili sarebbe in arrivo una feature di accessibilità che permetterà di regolare la luminosità attraverso il rinnovato Quick Setting che sarà implementato sempre con Android 12.

Altre caratteristiche in sviluppo:

  • Un nuovo sistema di gesture per il il picture-in-picture. Grazie alla presenza di un pinch sarà possibile rimpicciolire la finestra, mentre un doppio tap la ingrandirà alle sue dimensioni massime, mentre un altro doppio tap permetterà di riportarla alle precedenti dimensioni.
  • Google sta lavorando all’implementazione della gestione dello smartphone a una mano, una feature non innovativa, ma che questa volta non è realizzata da un produttore terzo, ma direttamente dal colosso di Mountain View. Questa funzione permetterà di trasformare lo schermo in una in una colonna laterale gestibile con una sola mano.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.