Xiaomi Mi Max 3 arriverà il 19 luglio

Xiaomi Mi Max 3 arriverà il 19 luglio

Poco più di una settimana ci separa dalla presentazione stampa di Xiaomi Mi Max 3. Il chiacchieratissimo phablet Android cinese, impreziosito addirittura da un display da 6.9 pollici, sarà infatti annunciato ufficialmente il 19 luglio. A darne notizia è la stessa Xiaomi, che tramite la propria pagina Weibo ha divulgato una prima immagine teaser nella quale spicca, senza dubbio alcuno, la data di presentazione del nuovo dispositivo.

Non sappiamo quando invece si invererà l’uscita commerciale, né tanto meno se Xiaomi Mi Max 3 possa fare il suo approdo ufficiale – con tanto di banda 20 e garanzia legale di 24 mesi – anche in Italia. Il 19 luglio ne sapremo certamente di più, anche perché le strategie commerciali sono forse gli unici punti meno chiari del discorso riguardante il nuovo phablet Android cinese, già ben definito nella sua scheda tecnica e caratteristiche distintive.

Come emerso fino a qualche giorno or sono, Xiaomi Mi Max 3 dovrebbe infatti esser commercializzato in almeno due differenti varianti, di cui una contrassegnata dalla dicitura “Pro” e impreziosita dalla presenza del potente processore Snapdragon 710 di Qualcomm in coppia con 6 gigabyte di memoria RAM. Il modello più tradizionale dovrebbe invece mettere in mostra lo Snapdragon 636, con un quantitativo di memoria RAM e spazio di archiviazione interno variamente congegnato (si partirebbe da 3GB RAM e 32GB di storage sino ad approdare alla più completa accoppiata 6GB RAM e 128 gigabyte di memoria interna).

L’elemento distintivo del nuovo phablet cinese è ad ogni modo il display da 6.9 pollici a risoluzione Full HD+, stavolta corroborato da un rapporto di aspetto in 18: 9 e cornici nettamente più assottigliate rispetto al passato. L’ingombro sarà comunque esagerato, ma a far da contraltare ci sarà un modulo batteria da ben 5.500mAh, pronto ad assicurare almeno due giorni pieni di utilizzo. Un prodotto insomma fortemente improntato sulla multimedialità, in attesa di capire bene se costituirà parte integrante della proposta firmata Xiaomi anche in Italia.

FONTE: PhoneArena