Samsung, arriva la smentita sull’introduzione dello scanner per impronte digitali su schermo. Sarà vero?

Samsung, arriva la smentita sull’introduzione dello scanner per impronte digitali su schermo. Sarà vero?

Il capo mobile Samsung, DJ Koh, ha affermato che il Galaxy S10 non utilizzerà uno scanner di impronte digitali su schermo poiché l’esperienza con esso è pessima e che la società, se avesse voluto, avrebbe potuto integrare un lettore del genere già due anni fa. Chiaramente, Samsung vuole fornire una migliore esperienza di impronte digitali sullo schermo ed è per questo che l’azienda si sta prendendo il tempo per farlo bene. Una dichiarazione che però potrebbe essere tranquillamente di facciata.

Secondo le dichiarazioni del noto Leakster Ice Universe Samsung sarebbe in procinto di incorporare un futuristico scanner di impronte digitali in-schermo sul suo prossimo dispositivo Samsung Galaxy S10 ma anche su altri dispositivi che saranno presentati nel 2019. Le informazioni rilasciate parlerebbero anche del fatto che Samsung stia seguendo le orme di Apple, quelle di introdurre tre nuovi telefoni all’inizio del 2019: un modello da 5,8 pollici, uno da 6,1 “e uno da ben 6,4”, con solo gli ultimi due in arrivo con il nuovo lettore di impronte digitali su schermo. Qualcomm fornirà la tecnologia in a supporto di questo nuovo modo di sbloccare il telefono. Qualcomm ha presentato la sua soluzione a metà del 2017, un nuovo tipo di scanner di impronte digitali a ultrasuoni, diverso dagli scanner ottici sviluppati da altre società, che però alcuni inconvenienti ne hanno rallentato il lancio sui telefoni tradizionali. 

Parlando di altre caratteristiche, Samsung prevede inoltre di differenziare il suo prossimo Galaxy S10, oltre che con la variante con display da 6,4 pollici, anche con un sistema di telecamere posteriori triple.  Diverse dunque le mosse per poter aumentare le vendite che con il Galaxy S9 sono andate in ribasso.
Non ci resta che attendere ulteriori conferme o smentite in merito alla vicenda.