Project XCloud non solo per il gaming, ma anche uno strumento per lo smart working

Project XCloud non solo per il gaming, ma anche uno strumento per lo smart working

Project XCloud, il servizio di cloud gaming a cui sta duramente lavorando Microsoft per integrarlo nella sua rosa di servizi legati al gaming, non sarà solo uno strumento dedicato all’intrattenimento, ma anche valido nell’ambito dello sviluppo insmart working.

Microsoft ha infatti pubblicato un blog post su come la tecnologia di game streaming Project xCloud permetta agli sviluppatori di testare e giocare i titoli in fase di sviluppo direttamente dalle proprie case.

Grazie alla PC Content Test App (PC CTA), gli studi IP e di terze parti stanno sfruttando la tecnologia di Project xCloud per connettersi da remoto ai propri Xbox Development Kit.

Diversi studi di sviluppo, come Rare, Playground Games, Infinity Ward e Eidos-Montréal, hanno già espresso la loro soddisfazione per le funzionalità della PC CTA.

Il technical Director di Rare, Sean Davies, ha discusso proprio di questa tecnologia, e di come abbia permesso al team di sviluppo di continuare a lavorare in maniera più fluida anche da casa.

La nostra transizione al lavoro da casa ci ha portato non poche difficoltà. Ad esempio siamo passati dal riuscire a provare 2-3 build giornaliere ad una sola per l’intero team, scaricandola durante la notte. Il rischio di perdere un’intera giornata di lavoro se la build aveva dei problemi era alto. Fortunatamente PC Content Test app ci ha permesso di ritornare al flusso lavorativo iniziale.

Potete leggere il post completo sul blog di Microsoft.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.