Android 11: le novità della beta 2

Android 11: le novità della beta 2

Android 11, il nuovo sistema operativo di Google, ha già raggiunto il traguardo della Beta 2 e nelle scorse ore l’azienda ha confermato che questo rappresenterà, a grandi linee, quello che gli utenti dovranno aspettarsi dalla versione finale..

La Beta 2 adesso viene definita come “Platform Stability Release”, quindi tutte le principali novità che rappresenteranno questa nuova versione dell’OS di Google sono state già introdotte in queste build in fase di sviluppo.

Ecco le novità di Android 11 introdotte con la Beta 2:

  • Introdotto un nuovo design per il widget dedicato alla riproduzione multimediale all’interno dei Quick Settings.
  • Introdotta una nuova animazione quando si metterà in pausa/riproduzione un brano musicale
  • La funzione di registrazione schermo adesso supporta anche l’audio esterno dei microfoni
  • Al momento della condivisione di un contenuto da un’app, questa offrirà più opzioni di condivisione raggruppate in una singola icona
  • Le applicazioni fissate in alto all’interno del menù di condivisione ora presentano un’icona aggiuntiva a forma di puntina
  • Nuovo tasto per aprire la notifica di una conversazione in un’app in formato bolla
  • Le bubble app nascondono automaticamente un’altra applicazione quando entra in modalità schermo intero
  • Ridotte le possibilità di ridimensionamento della finestra del Picture in Picture
  • Nuova icona per il tasto Seleziona all’interno del menù app recenti
  • Aggiunti 3 nuovi profili di controller esterni compatibili (Xbox 360 Wireless Controller, Xbox USB Controller, Steam Controller Model 1001)

Le novità esclusive per la famiglia Google Pixel

Tra le novità introdotte nella Beta 2 ci sono anche funzioni esclusiva per i dispositivi della famiglia Pixel.

  • Rimozione dell’effetto trasparenza nel drawer delle applicazioni del Pixel Launcher
  • Adesso non sarà più possibile forzare la risoluzione del display a 90Hz sui dispositivi Pixel 4 e la variante XL
  • La funzione Smooth Display adesso è stata ricollocata nel menù del Display per essere più raggiungibile
  • L’editing degli screensho ha subito delle modifiche con l’aggiunta di nuovi pulsanti
  • Introdotta una nuova applicazione denominata “Device Drop Monitor”, la quale monitora le eventuali cadute del dispositivo, identificando sul momento il tipo di materiale con cui è entrato in contatto. L’applicazione funge anche da raccolta dati per Google, così da migliorare il design dei prossimi dispositivi

Android 11 introdurrà anche altre novità ancora in fase di sviluppo:

  • Integrazione della modalità ad elevata luminosità anche nel codice AOSP. Si tratta di una feature introdotta inizialmente per i soli Pixel 4, ma a quanto pare si estenderà anche a tutti gli smartphone Android di terze parti
  • Sospensione delle applicazioni in cache, con la possibilità di scegliere quali attivare
  • Separazione dell’interfaccia app recenti dal launcher predefinito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.