Microsoft Ignite: le novità sulla realtà aumentata, c’è anche Pokémon GO

Microsoft Ignite: le novità sulla realtà aumentata, c’è anche Pokémon GO

Ha preso il via il Microsoft Ignite 2021, l’appuntamento annuale dedicato alle novità tecnologiche proposte dal colosso di Redmond.

In clima pandemico l’evento è stato convertito in una diretta live streaming dalla durata di 48 ore, durante il quale si susseguiranno i vari annunci dell’azienda nel campo tecnologico.

Il focus è stato ovviamente la Realtà aumentata, un campo nel quale Microsoft ha investito e continua tutt’oggi a farlo per l’impiego professionale.

Si parte con il progetto più significativo, nonché quello più discusso, ovvero Microsoft Mesh, una nuova piattaforma in realtà aumentata. Non vi è una definizione molto appropriata, qualcuno la definisce l’ideale social network del futuro, nel quale gli avatar virtuali degli utenti possono incontrarsi e avere l’illusione di muoversi all’interno di uno spazio reale sfruttando i visori MR. Si tratta di un progetto ancora in fase embrionale, ma applicabile in molteplici campi, tra i quali la possibilità di partecipare in gruppo alla creazione di progetti di vario genere.

Mesh si basa su Azure, la rete cloud sviluppata da Microsoft, che garantisce risultati attualmente all’avanguardia. L’azienda afferma inoltre che è possibile collegare al servizio anche altri software e il più concreto degli esempi in questo senso, è stata la tech demo prodotta da Niantic per il suo Pokémon Go.

Nella tech demo in questione, il CEO di Niantic John Hanke e Veronica Saron, product marketing manager di Pokémon Go, si sono incontrati per condividere una sessione di gioco in realtà mista.

Il CEO di Niantic ha dichiarato:

Microsoft Mesh offre un modo completamente nuovo di farlo. Questa idea di portare i miei amici virtuali con me mentre esco, cammino ed esploro il mondo: adoro questo concetto e sono davvero interessato a vedere cosa possiamo fare con questo.

La nostra parte di questo è il lavoro di unire il mondo digitale e quello fisico, collegando i bit e gli atomi in modo che queste esperienze possano essere possibili utilizzando la piattaforma Niantic. Ma le connessioni sociali sono davvero al centro di tutto ciò che facciamo e le innovazioni di Microsoft Mesh lo arricchiscono.

In questa prima fase del lancio, Microsoft Mesh rappresenterà gli utenti virtuali con gli avatar stilizzati di AltspaceVR, un social network ancora in via sperimentale che l’azienda ha acquisito nel 2017. In futuro tuttavia l’obiettivo è quello di raggiungere gli Holoportation, un modello di avatar che rappresenterà una versione estremamente realistica di sé stessi.

Oltre a Niantic, tra i partner che hanno stretto una partnership con Microsoft Mesh troviamo anche James Cameron e il cofondatore del Cirque du Soleil.

Insomma, c’è ancora molto lavoro da fare con la realtà aumentata, come dimostrano questi lunghi anni di lavoro che vedono Microsoft attivamente impegnata nel suo sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.